Le dichiarazioni di Enzo Di Salvatore

Referendum trivelle: dopo la sconfitta, referendari al contrattacco. Ricorso al Ministero e interrogazioni alla Commissione Ue

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

trivelle2-2ROMA – I Comitati referendari, dopo aver comunque sottolineato che 15 milioni di italiani si sono comunque recati alle urne, anche se non è stato raggiunto il quorum, annunciano altre battaglie sullo stesso tema sia in sede nazionale che in sede europea. Dopo le dichiarazioni polemiche del premier Renzi, che ha rivendicato il successo della sua strategia e il fallimento del campo avverso, gli ambientalisti partono dunque al contrattacco.

Le associazioni del Comitato per il sì al referendum sulle trivelle, fallito per il mancato raggiungimento del quorum, annunciano che presenteranno un ricorso al ministero dello Sviluppo Economico per chiedere il blocco immediato delle cinque concessioni estrattive entro le 12 miglia. Secondo Enzo Di Salvatore, estensore dei quesiti referendari, «le concessioni sono scadute da anni. La norma prevede che siano prorogati i titoli vigenti, non quelli scaduti. Di conseguenza le aziende petrolifere stanno continuando ad estrarre senza autorizzazione».

Ma l’azione di ‘disturbo’ si estende anche all’ambito europeo: infatti è stato reso noto che l’europarlamentare Barbara Spinelli ha presentato una interrogazione alla Commissione Europea chiedendo se non ritenga di aprire una procedura di infrazione per violazione delle regole sulla concorrenza in merito alla estensione delle concessioni.

Tag:, , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.