I dati diffusi dall'Unione petrolifera

Economia: Italia invasa dalle pompe di benzina, ce ne sono 21.300. Che però incassano poco

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

Benzina-più-conveniente-roma

ROMA – E’ un’Italia ancora invasa dalle pompe di benzina, che però non fanno molti soldi, quella che esce dagli ultimi dati diffusi dall’Unione petrolifera. Stando allo studio realizzato dal Responsabile ufficio rilevazioni e analisi dell’organizzazione, Rita Pistacchio, a inizio 2015 in Italia si contavano ben 21.300 punti vendita, vale a dire uno ogni 1.900 mezzi (auto e veicoli industriali).

Una densità sconosciuta nei principali Paesi europei, che da tempo hanno provveduto a una riorganizzazione della rete, da noi ancora incompiuta: nel Regno Unito, per esempio, i punti vendita sono appena 8.591, vale a dire uno ogni 4.300 mezzi circolanti; in Germania 14.562 (uno ogni 3.200), in Francia 11.356 (uno ogni 3.300) e in Spagna 10.712 (uno ogni 2.500 circa).

Una tale quantità di punti vendita, come è ovvio, fa scendere l’erogato medio per ogni distributore (e quindi l’incasso), che in Italia è pari ad appena 1.311 metri cubi, contro i 2.340 della Spagna, i 3.330 della Germania, i 3.790 della Francia e i 4.360 del Regno Unito (vale a dire oltre il triplo dell’Italia).

Tag:, , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.