Il patron guarda avanti dopo una sconfitta amarissima

Fiorentina, Andrea Della Valle: «Con Sousa ci siederemo a un tavolo. I quarti-quinti posti? Mi costano tanti soldi…»

di Redazione - - Sport

Stampa Stampa
C'era anche Andrea Della Valle oggi a Montecarlo

Andrea Della Valle

FIRENZE – Andrea Della Valle è molo rammaricato per la sconfitta, ma pensa ancora al quarto posto (anche se l’Inter ha ormai 5 punti di vantaggio…) e alla prossima stagione. Con un punto interrogativo fondamentale: Paulo Sousa. Dice:  «Abbiamo perso tanti punti, questo è quello che fa rabbia a tutti, a noi e ai giocatori. Cercheremo di ripartire. Abbiamo messo in difficoltà una grandissima squadra, ho visto la Juventus soffrire per gran parte della partita».

Andrea Della Valle guarda al presente e anche al futuro, che potrebbe essere ancora con Paulo Sousa alla guida della squadra: «Non è il discorso se resta o no, dobbiamo confermarci in Europa prima, obiettivo importante per noi. Poi, sedendoci a tavolino, vediamo che tipo di Fiorentina possiamo costruire. Non mi stanco di dirlo ai nostri tifosi: se siamo 4/i o 5/i ogni anno, è anche per i soldi che tiro fuori ogni anno, cosa che da altre parti non succede per i diritti tv e altro (chiaro il riferimento  allo stadio nuovo con necessità di costruzioni commerciali annesse ndr). Oggi dobbiamo tirar fuori la positività di questa squadra, che fino a febbraio era la vera Fiorentina – ha aggiunto – Abbiamo perso 8 punti contro squadre piccole, dobbiamo migliorare per la prossima stagione. Dobbiamo ripartire, e fare nove punti per prendere il quarto posto. Costruire mentalità
vincente con Sousa? Me lo auguro, ce lo siamo detti fin dalla scorsa estate. Fratture sinceramente non ne ho viste in stagione. Ripartiamo da questo grande orgoglio che ha fatto vedere questa squadra alla nostra città e ai nostri tifosi».

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.