L'annuncio del presidente Nico Gronchi

Commercio: a Firenze aiuto agli ambulanti per la Bolkenstein. Confesercenti sostiene chi partecipa ai bandi

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
L'impresa presenta il conto (da sinistra Massimo Biagioni, Direttore Confesercenti Toscana, Nico Gronchi, Presidente provinciale Confesercenti e Alberto Marini, Direttore provinciale Confesercenti)

Da sinistra Massimo Biagioni, Direttore Confesercenti Toscana, Nico Gronchi, Presidente provinciale e regionale Confesercenti e Alberto Marini, Direttore provinciale Confesercenti

FIRENZE – Con le linee guida dell’accordo Anci sui bandi che i Comuni emaneranno per l’assegnazione delle aree pubbliche ai venditori ambulanti, in ossequio alla direttiva europea Bolkestein, «è possibile ripresentare lo status quo, e quindi confermare le concessioni attuali, posto che i commercianti siano in regola». Lo ha affermato Nico Gronchi, presidente di Confesercenti, presentando le iniziative dell’associazione a sostegno degli ambulanti che vorranno partecipare ai bandi nel 2017: 3.252 in tutto nella provincia.

Gronchi ha ricordato che «nessun Comune ha posto problemi sull’accordo del 40%”, ovvero l’assegnazione del punteggio
massimo (40 punti su 100) per l’anzianità di servizio degli operatori, almeno per la tornata di bandi che i Comuni dovranno
inviare entro fine ottobre 2016. Più in generale, chiediamo con fermezza che venga garantito il posto di lavoro a tutte le
aziende», ha ribadito il presidente di Confesercenti, secondo cui «in futuro lavoreremo perché gli ambulanti non siano dentro
la direttiva Bolkestein, ma per ora pensiamo a portare a casa le concessioni così».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.