Una favola bella che onora il calcio

Premier League: Ranieri campione d’Inghilterra con il Leicester. Riportò la Fiorentina in A e vinse la Coppa Italia con Batistuta

di Ernesto Giusti - - Sport

Stampa Stampa
Claudio Ranieri, ex allenatore della Fiorentina, ora campione d'Inghilterra con il Leicester

Claudio Ranieri, ex allenatore della Fiorentina, ora campione d’Inghilterra con il Leicester

LONDRA – Claudio Ranieri, allenatore italiano che è stato anche alla guida della Fiorentina, ha vinto la Premier League inglese con il Leicester. Una sorpresa. E un grande successo. Mancava ormai solo la certezza aritmetica, è arrivata in differita di 24 ore: il 2-2 del Tottenham in casa del Chelsea regala al Leicester il suo primo titolo nazionale in 132 anni di storia. Superati i club famosi e multimilionari come Chelsea, Manchester City e United, Liverpool. E’ come quando in Italia vincevano Fiorentina, Cagliari e Verona.

Ranieri allenò una Fiorentina appena retrocessa in B, nella stagione 1993-94. Era il tempo della gestione Cecchi Gori. I viola ottennero il primo posto nel campionato cadetto che garantì il ritorno in Serie A.  Nel 1995-1996, oltre al quarto posto raggiunto in campionato, i viola vincono la Coppa Italia, eliminando in semifinale l’ Inter e battendo sia all’andata che al ritorno in finale l’Atalanta. La stagione successiva si apre con la conquista della Supercoppa Italiana ai danni del Milan. E’ la famosa partita in cui Batistuta, grande artefice della Fiorentina di Ranieri e non solo, gridò al microfono a sua moglie: «Irina te amoooooooooooooooo».

Ora Ranieri fa il re d’Inghilterra. L’epilogo più incredibile, impensabile, fiabesco di una storia che ha catturato l’immaginazione di tutti i tifosi del pianeta. Da Bangkong a Melbourne, da Pechino a Nairobi, la favola Leicester è globale, impazza sul web, tempestato di foto di festeggiamenti provenienti dai quattro angoli del pianeta. Dopo il pareggio dell’Old Trafford, le Foxes non hanno dovuto aspettare più di 24 ore.

Claudio Ranieri non ha potuto seguire la partita dello Stamford Bridge perché era in volo da Roma, dopo la visita lampo per pranzare con la mamma di 96 anni: Mamma mia, titolavano già i giornali inglesi, con un omaggio al tecnico italiano. Leicester invece si è fermata davanti alle televisioni dei pub, stracolmi per l’occasione, la partita dei rivali.

Domenica prossima, l’ultima gara casalinga contro l’Everton, si trasformerà in una passerella d’onore per gli eroi di questa favola, a cominciare da Jamie Vardy, il centravanti-operaio che ha sfondato solo in età avanzata. Scontata la squalifica che lo ha fermato negli ultimi due turni, festeggerà il premio di miglior giocatore del stagione scelto dalla stampa. Il Leicester ha scritto il finale più bello, in stile
hollywoodiano, proprio come aveva richiesto Ranieri. Che anche a Firenze, nonostante non abbia vinto lo scudetto, ha lasciato comunque un grande ricordo.

Tag:, , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.