E cominciamo ad aiutarla in cucina

8 maggio, festa della mamma: ecco il pranzo di un giorno speciale

di Anna Maria Tinti - - Cronaca, Cultura, Economia, Primo piano, Top News

Stampa Stampa

IMG_8128Ecco un ottimo menù per festeggiare tutte le mamme:

ANTIPASTO DI POLPA DI GRANCHIO E  CUORE DI PALMA ALLE ERBE AROMATICHE 

 INGREDIENTI per 4 persone

-1 barattolo di cuori di palma ( palmito) in acqua

-300 gr di polpa di granchio

-2 pomodori sodi e maturi

-2 cucchiai di  pasta di olive nere

-succo di 1 limetta ( lime )

-1 limone

-rametti di maggiorana e timo freschi

per la CITRONETTE

-4 cucchiai di olio extra vergine di oliva

-succo di 1/2 limone

-2 rametti di timo e 2 di maggiorana

-sale e pepe macinato al momento

 

PREPARAZIONE

Preparare la citronette emulsionando bene con una frusta l’ olio,il sale il pepe e il succo del limone.

Unire le foglioline di maggiorana e di timo lavati e ben asciugati, in infusione.

Incidere il fondo dei pomodori a croce con un coltello, quindi tuffarli per 2 minuti in acqua a bollore, scolarli e metterli immediatamente in acqua gelata.

Scolarli di nuovo, asciugarli e tagliarli a meta’, poi in quarti eliminando i semi; tagliare la polpa a pezzetti di 2 cm.

Lavare ed asciugare il limone e con una mandolina o un coltellino affilato togliere la buccia e tagliarla a julienne.

Scolare la polpa di granchio dal liquido di conservazione.

Scolare  il palmito dal liquido di conservazione e tagliarlo a rondelle.

Riunire tutti gli ingredienti in un vassoio e condire con la citronette alle erbe;

servire dividendo  in 4 coppe andando ad aggiungere  un poco di pasta di olive nere e  foglioline di maggiorana fresca.

 

FILETTO D’ ORATA IN SALSA DI FAVE, CAPPERI E PREZZEMOLO

Tempo di preparazione, 30 minuti

INGREDIENTI

-4 filetti di orata da circa 200 gr cadauno

-1/2 kg di fave fresche, piccole e tenere

-2 spicchi di aglio

-1 mazzo di prezzemolo

-sale e pepe macinato al momento

-4 cucchiai di capperi lavati e dissalati

-1 bicchiere di vino bianco

-succo di 1 limone

-5 cucchiai  di olio extra vergine

-sale e pepe bianco

 

PREPARAZIONE

Sbucciare gli spicchi di aglio e schiacciarli.

In una grande padella dove poter accomodare poi tutti i filetti di pesce, versare a freddo l’ olio, il vino, il succo di limone e gli spicchi di aglio schiacciati quindi sale e pepe.

Coprire con coperchio e far ritirare questa salsina a fuoco basso per circa 5 minuti; nel  frattempo sgusciare le fave e sbollentarle per 3 minuti, scolarle ed eliminare la buccia.

Sgocciolare i capperi o se sotto sale lavarli bene sotto acqua corrente.

Mettere a parte  un po’del prezzemolo per la guarnizione finale e del rimanente  prenderne le foglie e  frullarle con 2 cucchiai di olio;  passare il frullato a colino  spingendo bene con un cucchiaio.

A questo punto la miscela di limone, vino ed aglio sara’ ritirata un poco, pertanto togliere gli spicchi di aglio ed  accomodare in padella i filetti del pesce con la parte priva della pelle verso il basso.

Versarvi sopra il prezzemolo filtrato, le fave ed i capperi.

Porre il coperchio sulla padella e far cuocere i filetti a fuoco dolce per 2 minuti, quindi rigirarli delicatamente e farli cuocere altri 3/4 minuti dalla parte della pelle.

Servire in quattro piatti,  nappandoli con il fondo di cottura e spolverizzare con prezzemolo tritato fresco.

BIANCOMANGIARE

INGREDIENTI per 5 persone 

-1 lt di latte di mandorle o vaccino

-250 gr di zucchero semolato

-100/120 gr di amido di mais  o 5 fogli di gelatina in fogli

-1 pizzico di cannella

-buccia  grattugiata di limone o arancia

PER GUARNIRE ( a piacere tra questi ingredienti)

-pistacchio tritato

-lamelle di mandorle

-un pizzico di cannella

-buccia grattugiata di limone o di arancia

-cioccolato amaro grattugiato o liquefatto

ISTRUZIONI

Mettere al fuoco medio una pentola con il latte, lo zucchero, l’ amido di mais.

Girare  continuamente con una frusta fino a che lo zucchero e l’ amido di mais siano ben sciolti nel latte quindi aggiungere la cannella e la buccia grattugiata del limone o arancio.

Continuare a mescolare per alcuni minuti affinche’ le spezie rilascino il loro aroma, quindi alzare un po’ la fiamma e lentamente portare il liquido vicino all’ ebollizione. Vi accorgerete  che quando stara’ per bollire  comincera’ ad addensare  rapidamente, per cui tenetevi pronti a girare energicamente con la frusta per evitare che si formino grumi.

Quando la crema sara’ addensata e liscia, togliere la pentola dal fuoco, lasciarla raffreddare alcuni minuti sempre mescolando, poi  versare il biancomangiare in uno o più stampi da budino.

Lasciar raffreddare il tutto prima a temperatura ambiente e dopo in frigo per almeno un paio d’ore.

Servire, capovolgendo il biancomangiare su un piatto e andandolo a decorare con uno o entrambi degli ingredienti sopracitati.

Tag:, ,

Anna Maria Tinti

Anna Maria Tinti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.