Il sì dell'assemblea dei soci

Banche: la Bcc di Signa si fonde con Bcc Mugello e Bcc Impruneta. Nasce il Nuovo Banco Fiorentino

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

logo_bccFIRENZE – Nasce una nuova banca Bcc a Firenze che si chiamerà nuovo Banco Fiorentino. L’assemblea straordinaria dei soci della Bcc di Signa, banca fondata nel 1919, ha approvato il progetto di ‘fusione per unione’ – già autorizzato da Bankitalia e in decorrenza operativa dall’1 luglio 2016 -, con Bcc Impruneta e Bcc Mugello. Nascerà così un’unica banca cooperativa fiorentina con 40.000 clienti, raccolta da 1,1 miliardi di euro, impieghi per 1 miliardo di euro, l’indice Cet Ratio 1 al 19,5%. Inoltre la nuova banca avrà 170 mln di patrimonio complessivo dei quali ben 100 mln destinati al cosiddetto ‘patrimonio libero’ per una leva potenziale, stimata, di assunzione rischi per circa 1 miliardo di euro di impieghi alla clientela.

La nuova banca estenderà la sua azione da Firenze a sette province, due regioni (Toscana ed Emilia), 52 comuni, con 29 filiali e 250
dipendenti. Le tre banche unite sommeranno circa 12.000 soci; nel cda siederanno 11 membri: quattro espressi rispettivamente
da Mugello e Signa, tre da Impruneta. La nuova Bcc fiorentina nata da questa fusione resterà nella holding delle Bcc istituita
seconda la recente normativa di riassetto del settore. Sempre oggi, prima di votare la fusione, l’assemblea dei soci della Bcc di Signa ha approvato in seduta ordinaria il bilancio 2015, il 97/o bilancio della sua storia, che si è chiuso con un utile netto di 902.000 euro, e che segna una raccolta totale di 577,4 mln (445,7 mln la raccolta diretta), impieghi netti alla clientela per 389,1 mln, patrimonio netto di 60,7 mln e un indice Cet Ratio 1 al 16,9%. Per decidere sullo stesso progetto di fusione sono chiamate a votare sempre questo fine settimana le assemblee straordinarie dei soci della Bcc Mugello e della Bcc Impruneta.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.