La ricerca L'Italia delle generazioni realizzata da Censis e Fondazione Hpnr

Popolazione in Italia: dal 2001 eclissi dei giovani (-17,3%) e carica dei bisnonni (+24,2%).

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

madonie

ROMA – Oggi i millennials, ovvero i giovani tra i 18 e i 34 anni, sono 11,1 milioni e negli ultimi quindici anni sono diminuiti del 17,3% pari a 2,3 milioni di persone in meno mentre aumentano vertiginosamente gli aged di 65 anni e oltre: oggi sono 13,2 milioni e rispetto al 2001 sono aumentati del 24,2% (2,6 milioni in più). I dati arrivano ricerca “L’Italia delle generazioni” realizzata da Censis e Fondazione Hpnr.

Aumentano anche i baby boomers (35-64 anni), che oggi sono 26,4 milioni, cioè il 14,2% in più nel periodo (3,3 milioni in più). Il confronto con l’anno 1951, quando l’Italia preparava il miracolo economico, è impietoso. Allora gli italiani erano 47,5 milioni: oltre 14 milioni avevano meno di 18 anni (erano il 29,6% della popolazione totale) e quasi 13 milioni avevano tra 18 e 34 anni (erano il 27,2% del totale). Oggi, invece, su 60,8 milioni di abitanti gli under 18 sono poco più di 10 milioni (il 16,6% del totale) e i giovani di 18-34 anni sono poco più di 11 milioni (il 18,3% del totale). In sessantacinque anni l’Italia, con la popolazione aumentata di oltre 13 milioni di unità, ha perso complessivamente 5,7 milioni di giovani.

Rispetto all’Italia degli anni ’50 il boom degli ultrasessantacinquenni è impressionante: sono 9 milioni in più. Nel 1951 i “grandi vecchi” con 80 anni e oltre erano solo 622.000, mentre oggi sono poco meno di 4 milioni. Le persone di 90 anni e oltre erano appena 28.000, mentre oggi hanno superato le 666.000 unità. E i centenari, che allora erano uno sparuto gruppo di 165 persone, sono diventati oggi quasi 20.000. In sintesi, osserva il Censis, nell’Italia del miracolo economico, il 57% delle persone erano giovani con meno di 35 anni, nell’Italia del “letargo” si sono ridotti al 35% della popolazione.

 

VR

07-MAG-16 10:37 NNN

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.