Le richieste dell'associazione

Firenze, Commercio: incontro di Confesercenti con l’assessore Gianassi sul problema dell’abusivismo

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

venditori-abusiviFIRENZE – Presso l’Ufficio dell’Assessore  alla Sicurezza Urbana e Polizia Municipale, Federico Gianassi si è svolto un incontro richiesto da Confesercenti Città di Firenze al quale hanno partecipato anche il Comandante della Polizia Municipale, Marco Seniga e il Responsabile della Polizia Annonaria Elio Covino. Nel corso dell’incontro Confesercenti ha sottolineato ai presenti come le diverse forme di abusivismo, distribuite ormai capillarmente all’interno della città, stanno creando danni non solo all’immagine di Firenze, per il degrado che spesso è legato alle modalità della vendita, ma anche economici quando questi si configurano sotto forma di concorrenza sleale, o di occupazione abusiva del suolo pubblico.

Vediamo comunque nel dettaglio:

Centro Storico – “Abusivismo destrutturato” esercitato attraverso i cosiddetti tappetini e da venditori più o meno improvvisati: un commercio che crea danni economici e di immagine e che deve essere perseguito prima che riesca, in qualche modo, a radicalizzarsi sul territorio.

“Abusivismo strutturato”che comporta un danno ancora maggiore all’economia della città, esercitato da soggetti noti all’amministrazione che si dedicano all’occupazione abusiva del suolo pubblico, alla violazione delle norme sui cartelli, mostra ed esposizione di prodotti non conformi alle norme regolamentari.

Quartieri – In questo ambito si assiste prevalentemente a forme di concorrenza sleale soprattutto per le vendite promozionali irregolari, o esercitate in periodi prossimi ai saldi che creano turbative per il mercato e danni economici importanti per coloro che invece rispettano le regole.

Un altro fenomeno in crescita è senza dubbio quello delle cosiddette “apine”, ovverosia di forme particolari di commercio itinerante che è tale finché la sosta dei veicoli dura il tempo necessario alla vendita ma quando questa perdura per l’intera giornata, come purtroppo spesso succede, si configura quale vera e propria occupazione abusiva  con gravi danni per le attività concorrenti a posto fisso.

Discorso a parte, anche per un elemento di pericolosità dal punto di vista  igienico-sanitario, merita la presenza di tali mezzi per la vendita di prodotti alimentari in prossimità dei plessi scolastici.

Le richieste Confesercenti – E’ stato posto all’Amministrazione il tema relativo al potenziamento della Polizia Annonaria: (sono infatti abbastanza evidenti le difficoltà che ad oggi si palesano nel garantire un sufficiente presidio della città in particolare nelle giornate festive) e anche quello della creazione di un canale diretto tra la nostra associazione di Categoria e il Comando della Polizia Municipale, per denuncie ed interventi di particolare rilievo.

Al termine dell’incontro l’Assessore Gianassi ha informato i presenti circa i recenti risultati raggiunti nella lotta alle nuove forme di abusivismo, assicurando la categoria anche sull’attenzione e impegno dell’Amministrazione per il contrasto del commercio illegale, in particolare quando questo può creare danni economici per il mercato e la collettività, attraverso particolari piani d’intervento che sono in fase di definizione con i corpi di polizia preposti. Il Comandante Seniga ha invece confermato la disponibilità della Polizia Municipale a recepire eventuali sollecitazioni dell’associazione ad intervenire non solo per risolvere situazioni occasionali ma anche facendo ricorso ad interventi di carattere strutturale.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.