Le opposizioni si appellano al Capo dello Stato

Unioni civili: la Camera (369 si, 192 no, 2 astenuti) vota la fiducia al Governo

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

Unioni civili: Camera, dibattito sulla fiducia

ROMA – Unioni civili: la Camera ha confermato la fiducia al governo sul ddl con 369 voti a favore, 193 contrari e 2 astenuti. Ad astenersi sono stati due deputati del gruppo Misto: si tratta di Vincenza Labriola e Rudi Franco Marguerettaz. Come avevano annunciato, hanno votato contro la fiducia due deputati di maggioranza: Alessandro Pagano di Ap e Mario Sberna di Ds-Cd.

L’Aula della Camera ora sta esaminando i 39 ordini del giorno al ddl sulle unioni civili. A seguire si terrà il dibattito finale.

«Oggi è un giorno di festa per tanti», ha scritto in un post su Facebook il premier Matteo Renzi riferendosi al voto alla Camera sulle Unioni civili e sottolineando come la fiducia sia stata messa proprio per evitare altri ritardi.

Intanto le opposizioni restano sulle barricate dopo la scelta del governo di mettere la fiducia. Con Ap che si rivolge direttamente al Colle. “Tutte le persone di buona volontà – dicono Maurizio Sacconi e Alessandro Pagano – a partire dal Presidente Mattarella, non possono non condividere le preoccupazioni circa le lacerazioni oggettivamente prodottesi nel tessuto della nazione con il cambiamento della Costituzione formale sottoposto a referendum e con quello della Costituzione materiale attraverso la legge sulle unioni civili. Ci sarà ben poco da festeggiare sulle macerie dell’unità nazionale dopo il secondo voto di fiducia sulla legge Cirinnà”. Lo dichiarano i parlamentari di Area popolare Maurizio Sacconi e Alessandro Pagano.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.