Lunedì sosta e passeggiata in bici sull'A/1. Martedì via da Campi Bisenzio

Giro d’Italia, Arezzo: a Brambilla tappa e maglia rosa. Chiodi sul percorso. Domenica 15 maggio crono del Chianti

di Redazione - - Cronaca, Primo piano, Sport

Stampa Stampa

IMG_2057

AREZZO – L’italiano Gianluca Brambilla (Etixx-Quickstep) ha vinto per distacco l’ottava tappa del 99esimo Giro d’Italia, la Foligno-Arezzo di 186 chilometri. Secondo Montaguti, terzo Moser. Brambilla conquista anche la maglia rosa di leader della classifica generale.  L’ha strappata all’olandese Tom Dumoulin, giunto sul traguardo con un ritardo di 2’e 51″. Ma la tappa è stata movimentata anche da altro. Un messaggio via social corredato di foto pubblicato dal corridore della Tinkoff, Daniele Bennati, originario di Arezzo e non iscritto alla corsa, ha segnalato la presenza di chiodi lungo i 7 chilometri di strada sterrata inseriti nel finale della tappa. Dopo la denuncia, una squadra di volontari si è messa in azione per rimuoverli. Un attentato?  Nelle battute finali della tappa di ieri, con arrivo a Foligno, diversi corridori avevano forato. Tra loro il velocista tedesco Marcel Kittel, che non aveva potuto prendere parte alla volata finale. Sono in corso indagini per capire chi e perché ha messo quei chiodi.  Intanto il Giro resterà in Toscana fino a martedì.

AGGIORNAMENTO DELLE 1,00 del 15 maggio

Il velocista tedesco della Etixx, Marcel Kittel, lascia il Giro d’Italia. Il corridore – si apprende dal sito della squadra belga – non prenderà parte alla cronometro del Chianti. «Mi rattrista lasciare il Giro – dice Kittel – perché mi piacciono l’atmosfera che c’è qui e il sostegno dei tifosi italiani, ma la prima parte di stagione per me è stata lunga e sento il bisogno di recuperare in vista dei Mondiali in Qatar». Kittel lascia il Giro con due vittorie di tappa allo sprint (in Olanda alla 2/a e 3/a tappa) e dopo aver indossato la maglia rosa per un giorno.

 

 

DOMENICA 15 – Domenica luci puntate sul Chianti per la “Chianti classico stage”, tappa a cronometro che si snoda tra Radda, Greve, Panzano e Castellina. Il vincitore e la maglia rosa in questa tappa saranno premiati con una speciale bottiglia magnum “Chianti Classico Stage – limited edition”. Fabbri e artigiani del cotto di Greve in Chianti hanno realizzato biciclette in ferro battuto e scolpito ciclisti nel cotto mentre a San Donato in Poggio in mostra barriques artistiche, decorate sul tema ciclismo. La maglia ufficiale della tappa è firmata dal maglificio Santini.

LUNEDI 16 – Firenzepost ha già annunciato che lunedì 16, giorno di riposo, ci sarà una pedalata non agonistica sull’Autostrada del Sole, a velocità controllata, circa 36 km lungo il vecchio tracciato dell’A1 dall’area di servizio Aglio Ovest fino al casello di Pian del Voglio e ritorno. Parteciperanno centinaia di ciclisti appartenenti alle associazioni amatoriali. In testa a tutti il grande Francesco Moser. E in sella anche Riccardo Nencini, viceministro alle infrastrutture e nipote di un grande del ciclismo: Gastone Nencini, vincitgore di un Giro e di un Tour.

MARTEDI 17 – Martedì mattina poi il giro ripartirà da Campi Bisenzio, con passaggio da passaggio da Prato, Agliana, Pistoia, passo della Collina, Sambuca Pistoiese dove il giro lascerà la Toscana per il traguardo di Sestola in Emilia.

POLIZIA – In occasione della tappa di Arezzo il primo dirigente della polizia di stato dr. Teseo De Sanctis è ritornato nella città che lo ha visto vice questore vicario. Il Funzionario ha lo specifico incarico di tenere i rapporti con le autorità provinciali di PS, prefetti e questori delle province toccate dal giro, per dipanare eventuali questioni attinenti all’ordine pubblico. E’ infatti notorio che il nostro Paese diventa un palcoscenico internazionale quando a maggio di ogni anno i ciclisti del Giro attraversano la penisola e la televisione e i mass media diventano una appetibile cassa di risonanza di tensioni sociali esistenti e problematiche diverse. Lunedì 16, nel giorno di sosta per riposo del giro, saranno consegnati premi ad alcuni poliziotti  della Stradale meritevoli da Giancarlo Antognoni; alla cerimonia interverrà anche il direttore centrale delle Specialità della Polizia dirigente generale Roberto Sgalla.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.