Firenze: Thierry Fischer, Encinar con Fabbriciani, Jin Ju, «Albert Herring», Angius. La settimana al 79° Maggio Musicale

di Roberta Manetti - - Cronaca, Cultura

Stampa Stampa
La pianista cinese Jin Ju

La pianista cinese Jin Ju, in concerto venerdì 20 al Teatro della Pergola

FIRENZE – Eventi tutti i giorni compreso il lunedì, questa setttimana, per il 79° Maggio Musicale Fiorentino, non solo all’Opera di Firenze, ma anche alla Pergola e in alcuni musei.

Tre i concerti in programma all’Opera di Firenze (Piazzale Vittorio Gui).

  • Lunedì 16 alle 20 Thierry Fischer sostituisce Vladimir Jurowski (che ha cancellato tutta la tournée italiana) alla direzione dell’Orchestra del Maggio; in programma la «Sinfonia in re maggiore K. 504 “Praga”» e l’«Ave Verum Corpus K. 618» di Wolfgang Amadeus Mozart; «Das Schicksalslied (Canto del destino) per coro e orchestra op. 54» e la «Sinfonia n. 2 in re maggiore op. 73» di Johannes Brahms. Biglietti da 10 a 100 euro.
  • Mercoledì 18 maggio alle 20 suonano i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino; in programma due pezzi di Franz Joseph Haydn, «L’anima del filosofo ossia Orfeo e Euridice, Ouverture Hob. XXVIII:13» e il «Concerto n. 1 in do maggiore Hob.VIIb:1 per violoncello e orchestra», e due di Wolfgang Amadeus Mozart, il «Concerto in si bemolle maggiore K. 595 per pianoforte e orchestra» e l’«Adagio e fuga in do minore K. 546». Biglietti da 10 a 30 euro.
  • Giovedì 19 alle 20 il flautista Roberto Fabbriciani esegue «Pensieri», rapsodia per flauto e orchestra che Luís de Pablo ha scritto per lui e che viene eseguita per la prima volta in Italia; lo stesso Fabbriciani esegue poi la «Litanie du Miel matinal», di Henri Pousseur, anche questa in prima nazionale. Seguono le atmosfere spagnole evocate da alcune pagine di «Iberia» di Isaac Albéniz e dalla «Suite n. 2» dal balletto «Il cappello a tre punte» di Manuel de Falla, che fu rappresentato a Londra il 22 luglio 1919 con le scenografie firmate da Pablo Picasso. Alla guida dell’Orchestra del Maggio Musicale fiorentino ci sarà José Ramón Encinar. Biglietti da 10 a 50 euro.
  • Domenica 22 alle 20 Marco Angius dirige l’Orchestra del Maggio in un programma tutto novecentesco che include «Rotativa – movimento sinfonico» di Giacinto Scelsi in prima esecuzione italiana, la «Paganiniana op. 65» di Alfredo Casella, «Urban Gardens» per pianoforte e orchestra di Nicola Campogrande, pure in prima esecuzione italiana e la suite per orchestra «Rossiniana» di Ottorino Respighi. Al pianoforte c’è Emanuele Arciuli.

Al Saloncino del Teatro della Pergola (via della Pergola 18, Firenze) venerdì 20 alle 20, nell’ambito dell’esecuzione intergrale al fortepiano delle sonate di Ludwig van Beethoven la bravissima pianista cinese Jin Ju. Questo il programma: Sonata in si bemolle maggiore op. 22 – Sonata quasi una fantasia in mi bemolle maggiore op. 27 n. 1 – Sonata quasi una fantasia in do diesis minore op. 27 n. 2 “Al chiaro di luna”Sonata in re maggiore op. 28 “Pastorale” (fortepiano Conrad Graf opus 1041).

Per il ciclo «Intorno al Festival» lunedì 16 alle 17 al cinema Alfieri (via dell’Ulivo, Firenze) si proietta gratis il film «Musikanten» che Franco Battiato ha dedicato a Beethoven.

Martedì 17 alle 17.30 al Gabinetto Vieusseux (Palazzo Strozzi, Piazza degli Strozzi, Firenze) Maria Carla Papini e Paolo Dal Molin presentano il carteggio «Giuseppe Ungaretti e Luigi Nono: per un sospeso fuoco. Lettere 1950-1969», con interventi di Gianmario Borio, Carlo Ossola, Nuria Schönberg Nono, Claudia Vincis.

Giovedì 19 alle 17 al Museo di Casa Martelli (Via Ferdinando Zannetti, 8, Firenze)  c’è la seconda parte di «Beethoven e il violoncello». Questo il programma: «Sonata in fa maggiore op. 5 n. 1 per violoncello e pianoforte» (violoncello Matilde Michelozzi, pianoforte Sergio Costa), «12 Variazioni in fa maggiore op. 66 per violoncello e pianoforte sul tema dell’aria Ein Mädchen oder Weibchen da Die Zauberflöte» di Wolfgang Amadeus Mozart (violoncello Martina Bellesi, pianoforte Mattia Fusi), «Sonata in do maggiore op. 102 n. 1 per violoncello e pianoforte» (violoncello Giovanni Inglese, pianoforte Beniamino Iozzelli), «Sonata in re maggiore op. 102 n. 2 per violoncello e pianoforte» (violoncello Giacomo Petrucci, pianoforte Sergio Costa). Ingresso libero.

Venerdì 20 alle 18 al Museo Novecento (Piazza Santa Maria Novella, 10) «Fischia il vento». Musica e parole dal fronte della II guerra mondiale. Il Coro della Martinella diretto da Ettore Varacalli propone una scelta di canti della seconda guerra mondiale che riecheggiarono sui vari fronti ma anche sulle montagne e nella valli durante la Resistenza. Rosa Sarti legge le lettere dei soldati e dei partigiani impegnati a combattere per la libertà. Ingresso libero.

Sabato 21 maggio alle 11 al Museo Palazzo Davanzati (Via Porta Rossa, 13) è in programma l’originalissimo concerto «Giglio fiorentino. Musica per orchestra a plettro nella Firenze di fine ‘800» con l’Ensemble da Camera “Gino Neri” diretto da Giorgio Fabbri. Opere originali per orchestra a plettro. Ingresso col biglietto del museo (intero 2 euro, ridotto 1).

Sempre sabato, alle 17 al Teatro della Pergola (Via della Pergola, 18)  tavola rotonda sul grande mezzosoprano Lucia Valentini Terrani, che quest’anno avrebbe compiuto 70 anni se una malattia non l’avesse prematuramente stroncata nel 1998.

Sabato 21 alle 20, al Teatro della Pergola, debutta l’opera «Albert Herring» di Benjamin Britten, di cui si darà conto a parte.

Orari della biglietteria e vendita di biglietti online sul sito dell’Opera di Firenze

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.