Un altro duro colpo alla stima e alla fiducia nella magistratura

Pubblica amministrazione: secondo gli imprenditori l’istruzione è valida, ma la giustizia è fallimentare

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

scuola_8 ROMA – Per più della metà delle piccole e medie imprese italiane (il 50,6%) la qualità dei servizi resi dalla Pubblica Amministrazione negli ultimi tre anni è rimasta invariata, a fronte di un 19,5% che la ritiene addirittura peggiorata. Sono questi i dati emersi dal Focus Pmi, osservatorio sulle piccole e medie imprese organizzato dallo studio LS Lexjus Sinacta in collaborazione con l’istituto Guglielmo Tagliacarne che quest’anno ha intervistato 1.000 imprese sul travagliato rapporto tra Pmi e Pubblica amministrazione.

Tra i servizi offerti dalla P.a., la funzione che viene meglio percepita dagli imprenditori è l’istruzione, la peggiore è la giustizia, ha spiegato Corrado Martone, responsabile studi Pmi e Credito dell’Istituto Tagliacarne. Dall’indagine emerge poi come la mancata crescita degli investimenti aziendali non debba essere attribuita a una carenza di azioni degli amministratori pubblici a sostegno del mondo imprenditoriale, visto che molti provvedimenti risultano graditi, ma ad un diffuso scetticismo circa una ripresa duratura del ciclo economico e di una ripartenza a breve dei consumi e della domanda di beni e servizi attivata dalle famiglie, si sottolinea nel Focus Pmi.

 

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.