Inseguimento e coraggioso tuffo in acqua

Pisa: algerino ricercato si butta in Arno. Salvato e catturato dalla Polizia stradale (video)

di Paolo Padoin - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

upload_thumbnail

PISA – Un algerino pregiudicato in sella ad uno scooter, poi risultato rubato,ha imboccato Lungarno Leopardi, cambiando continuamente traiettoria per seminare la pattuglia della polizia stradale di Pisa che, nell’inseguimento, si è schiantata contro un platano. Gli agenti hanno proseguito a piedi, lungo l’argine dell’Arno, dove si era diretto il malfattore che, braccato, si è tuffato in Arno per sfuggire alla cattura. I due agenti della Polstrada di Pisa si sono buttati nel fiume, catturando lo straniero, mentre la forte corrente lo stava trascinando via.

L’uomo è stato arrestato: aveva ancora da scontare 4 mesi e 4 giorni, per una condanna inflitta dal Tribunale di La Spezia nel 2012. Gli investigatori hanno rinvenuto sotto la sella del mezzo 2 coltelli, 3 forbici, 7 chiavi per moto, un portafoglio e un gruzzolo di monete, per un totale di circa 50 euro. L’algerino, neutralizzato dalla Polstrada, dopo il bagno in Arno ora si trova presso il carcere “Don Bosco” di Pisa. Il proprietario dello scooter, contattato dagli agenti, li ha ringraziati: non ci sperava più di riaverlo dopo oltre due anni dalla denuncia di furto.

Tag:,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Commenti (1)

  • Emanuele

    |

    Io ho assistito all’accaduto, le cose non sono AFFATTO andate così! Nessun poliziotto si é buttato in Arno! Il tunisino lo hanno raccattato con una barca dalla canottieri perché non riusciva più a nuotare per la forte corrente

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.