La lettera del 'Capo' inviata a oltre 100.000 dipendenti

Polizia: il saluto di Alessandro Pansa ai suoi poliziotti, dopo 41 anni di servizio

di Paolo Padoin - - Cronaca

Stampa Stampa
Il capo della polizia Alessandro Pansa (a destra) al 6° Raduno Anps

Il capo della polizia Alessandro Pansa (a destra) al 6° Raduno Anps

ROMA – Lascio dopo 41 anni la Polizia «senza rimpianti e grato per le memorie che mi ha regalato, consapevole che la nuova sfida alla guida del Dis, la struttura di collegamento con i servizi segreti, rappresenta una grande responsabilità e un grande onore». Lo dice il capo della Polizia Alessandro Pansa nella lettera di saluto inviata agli oltre centomila poliziotti e pubblicata sul sito del Corpo.

«Dopo questo intenso triennio, lascio una Polizia di Stato in forte ripresa in termini di efficienza e di efficacia d’azione ma soprattutto lascio una Polizia dove, e senza più alcun margine di ambiguità, l’uso ingiustificato della violenza è condannato senza attenuanti. Dove sempre di più la formazione e la specializzazione sono le parole d’ordine per affrontare i tempi nuovi. Dove il livello di cooperazione internazionale è sempre più elevato, e fruttuoso. E dove la lotta al cybercrime, la forma più insidiosa di criminalità del futuro, ci vede compiere ogni giorno dei progressi importanti».

Pansa lascerà ufficialmente domani mattina, quando alla scuola di Polizia a Roma, alla presenza del ministro dell’Interno Angelino Alfano, ci sarà la cerimonia d’insediamento del nuovo capo Franco Gabrielli.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.