La dodicesima tappa

Giro d’Italia: il tedesco Greipel vince in volata a Bibione (ma domani si ritira per evitare le montagne)

di Redazione - - Sport

Stampa Stampa
L'arrivo vittorioso di Greipel a Bibione

L’arrivo vittorioso di Greipel a Bibione

BIBIONE – Magnifica tripletta del tedesco André Greipel (Lotto-Soudal) al Giro d’Italia che, dopo le tappe di Benevento e Foligno, si prende anche l’arrivo in volata di Bibione al termine della dodicesima tappa da Noale a Bibione di 182 km. Greipel ha preceduto allo sprint l’australiano Cabel Ewan e l’italiano Giacomo Nizzolo. Greipel che, come Kittel prima e Landa poi, ha annunciato di non ripartire domani da Palmanova senza arrivare a Torino evitando le montagne.

“Oggi è stato piuttosto difficile – ha detto il tedesco all’arrivo –  volevamo stare davanti al gruppo ed è stato straordinario il lavoro della squadra che mi hanno sostenuto. Sul ritiro dal Giro non cambio idea. Ho già conquistato così tanto qui al Giro che sono davvero soddisfatto. La mia stagione è ancora piena di obiettivi. Mi spiace andar via dal Giro anche se potrei compromettere i tanti obiettivi di una stagione ancora lunga. Ho un grande rispetto per il Giro ma sono un essere umano e mi sentivo già stanco nella prima tappa di
montagna”.
Il lussemburghese Bob Jungels conserva la maglia rosa con 24″ su Amador, 1’07” su Valverde e Kruijsijk, 1’09” su Nibali, 2’01”
su Majka. Domani tredicesima tappa, da Palmanova a Cividale del Friuli di 170 km. Tappa di montagna estremamente impegnativa. Si
affrontano in sequenza 4 GPM con pochi tratti di recupero.  Due i Gpm di prima categoria: Montemaggiore dopo 50 km dalla partenza e
Cima Porzus a 30 km dall’arrivo. Poi il Gpm di seconda categoria Valle a quattordici km dal traguardo.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.