A Pontremoli e Arezzo

Toscana: arrestati dalla polizia stradale due camionisti stranieri per rapina e spaccio di droga (video)

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Massa Carrara rapinatore tir 23.05.2016 FOTO materiale

PONTREMOLI – Un avellinese di 45 anni, era il terrore dei camionisti, ha effettuato numerose rapine ai mezzi in sosta o in transito. poliziotti della Sottosezione di Pontremoli, convinti che il pesce sarebbe caduto nella rete. L’ultima rapina è dello scorso 10 marzo. Sull’A/15, di notte, nell’area di sosta di Santo Stefano Magra (SP), l’uomo aveva adocchiato un camion che trasportava ferro lavorato. Con un bastone ha spaccato il vetro della cabina di guida ma, a causa della reazione dell’autista, si è dovuto accontentare solo di pochi euro. Gli investigatori della Stradale di Massa e di Pontremoli hanno visto le immagini riprese dalle telecamere. Erano sfuocate, ma hanno avuto un’intuizione. Due veicoli ci avevano messo troppo tempo per percorrere un tratto di strada a ridosso dell’area di sosta, in coincidenza con l’ora della rapina. Uno dei veicoli era di un noto predatore di TIR, nei cui confronti la Procura di La Spezia aveva emesso un mandato di cattura.

La Polstrada lo ha intercettato sabato scorso, perquisendo a Santo Stefano un deposito ove il rapinatore stoccava la merce. Ci stava provando anche con un rimorchio rubato pochi giorni prima, carico di bobine di carta, dal valore di oltre 30.000 euro. I poliziotti hanno sequestrato al malvivente il kit da lavoro, tra cui una pistola cromata senza tappo rosso, uno scanner per sentire le comunicazioni della polizia, guanti, timbri e targhe false, da apporre sul retro del camion dopo il furto e passare indenne ai posti di blocco.

Arezzo arresto albanese con droga FOTOAREZZO – Altro intervento della Polizia stradale, questa volta di Arezzo, nei confronti di un albanese di 22 anni che, lo scorso sabato, percorreva con una Mercedes l’autostrada del Sole. All’altezza di Arezzo, lo straniero ha sorpassato una pattuglia della Stradale di Battifolle. I poliziotti lo hanno fermato e lui, che trasportava droga, vistosi scoperto, ha esibito un permesso di soggiorno valido. Nel bagagliaio, ben occultati, sono spuntati più di un chilo e mezzo tra cocaina pura e marijuana, che gli avrebbero fruttato circa centomila euro.

La Polstrada ha arrestato lo straniero per spaccio di stupefacenti, sequestrandogli la vettura. Quando sconterà la condanna, dovrà lasciare l’Italia. La Polizia gli sta per revocare il permesso di soggiorno.

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.