Accordo complessivo dell'Eurogruppo

Grecia: l’Ue trova l’accordo per la ristrutturazione del debito. Prestito di 10,3 miliardi

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

tsipras

BRUXELLES- Via libera sofferto all’esborso di una tranche di prestiti da 10,3 miliardi ad Atene, ma soprattutto ristrutturazione del debito ellenico e partecipazione del Fondo monetario internazionale (Fmi) al terzo programma di assistenza finanziaria per il Paese guidato da Alexis Tsipras. L’Eurogruppo ha trovato un accordo complessivo sulla Grecia a notte fonda, al termine di una maratona negoziale di undici ore. Iniziata nel pomeriggio di ieri, la riunione si è trascinata ben oltre la mezzanotte, producendo una sintesi non scontata a inizio giornata. Alla fine il Fmi fa marcia indietro: l’alleggerimento del debito (onore complessivo per 245 miliardi di euro) non sarà immediato, ma arriverà non prima del 2018, come chiesto dalla Germania, ma c’è un impegno scritto con tanto di misure. «Non era facile, ma abbiamo voltato pagina insieme», ha sintetizzato il commissario per gli Affari economici, Pierre Moscovici.

Si aiuterà la Grecia a ridurre il peso del debito, salito anche a causa dei prestiti. «L’Eurogruppo si è accordato su un pacchetto di misure che saranno immesse progressivamente, necessarie per raggiungere i target sulle necessità di finanziamento», si legge nel comunicato finale. Le prime misure saranno attuate fin da subito, non appena si completerà la prima revisione del programma, che ormai è questione di giorni. Si interverrà sui tempi delle scadenze e sui rischi dei tassi d’interesse, con misure che preparerà l’Esm «con la massima priorità». «Sono felice di annunciare che con questo accordo il Fmi potrà raccomandare al suo board di partecipare al programma greco entro fine anno», ha detto Dijsselbloem. E il rappresentante del Fondo, Paul Thomson, conferma: «Questo pacchetto mette il consolidamento greco su basi solide, abbiamo fatto tanto, il compromesso è stato faticoso per tutti». Per il commissario agli affari economici Pierre Moscovici è un successo: «Abbiamo voltato pagina insieme in questa lunga storia del programma greco, c’è voluto un lavoro intenso, non era facile».

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.