La due giorni fiorentina di Pietro Grasso

Firenze: il Presidente del Senato commemora la strage di via dei georgofili, visita la voragine del Lungarno Torrigiani e parla di riforme

di Redazione - - Cronaca, Politica, Primo piano

Stampa Stampa

imageFIRENZE – Una due giorni intensa quella del Presidente del Senato, Pietro Grasso, nella nostra città, dove è venuto per commemorare il anniversario della strage di via dei Georgofili e per partecipare (proprio in queste ore) alla lezione conclusiva del seminario di studi e ricerche parlamentari Silvano Tosi della nostra Università. Ha trovato il tempo per visitare, insieme al Sindaco Nardella, anche la voragine sul lungarno Torrigiani.

TOSI – Parlando stamani della riforma del ramo del Parlamento che lui presiede Grasso ha detto: «Il Parlamento, com’è noto, è oggetto di un progetto di riforma che prevede il passaggio da un bicameralismo paritario a un bicameralismo differenziato, in cui la seconda Camera muta: nel senso di cambiare, non che diventerà muta…. A prescindere dall’esito finale della riforma – ha spiegato – è in atto un’attività di aggiornamento di cui si è resa protagonista la stessa amministrazione del Senato, allo scopo di preparare il personale, anche a Costituzione cambiata, alle sfide che le istituzioni parlamentari stanno vivendo».

GEORGOFILI – Il 26 invece in piazza della Signoria nel corso della commemorazione del 23/mo anniversario della strage dei Georgofili ha ricordato: «Sono tanti i caduti per mano mafiosa e terroristica nel nostro paese. Per capire il dolore di queste vicende l’immagine che rende meglio l’assenza per me è quella delle “sedie vuote”: patrimoni perduti fatti di conoscenza, cultura, ideali, intuizioni che avrebbero certamente dato frutti preziosi al nostro Paese; sedie vuote a pranzo e cena, nelle feste, nei momenti cruciali della vita degli amici e dei familiari, nella gioia e nello sconforto. Ciascuno dei nomi che ricordiamo aveva una quotidianità, pregi e difetti, paure e sogni, una vita da vivere, come ciascuno di noi.»

VORAGINE – Infine Grasso, ricevuto dal sindaco Dario Nardella in Palazzo Vecchio, ha raggiunto, insieme al Sindaco a alla presidente della commissione Antimafia Rosy Bindi, il lungarno Torrigiani a piedi. E riferendosi alla commemorazione della strage di via dei Georgofili ha affermato: «La città ha reagito oggi come fu pronta a reagire quella notte di 23 anni quando fu scossa da quel boato.»

,

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.