L'annuncio dell'assessore Perra

Voragine nel lungarno Torrigiani: il comune di Firenze abbatte le tasse (fino al 31 dicembre 2016) ai cittadini colpiti dal crollo

di Ernesto Giusti - - Cronaca, Economia, Primo piano, Top News

Stampa Stampa

2016-05-25-PHOTO-00000712FIRENZE – Il comune di Firenze cerca di aiutare i cittadini colpiti pesantemente, anche nelle loro attività, dal crollo del lungarno Torrigiani. Agevolazioni fiscali per chi abita o ha un’attività nella zona sono state decise dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore al bilancio, Lorenzo Perra. Le agevolazioni prevedono: abbattimento del 100% della tassa sui rifiuti (Tari) dovuta per gli immobili in Lungarno Torrigiani; abbattimento del 50% della Tari dovuta per gli immobili in Via de’ Bardi, nel tratto da Piazza di Santa Maria Sopr’Arno a Piazza De’ Mozzi; esenzione dal Canone per l’occupazione del suolo pubblico (Cosap) relativamente alle concessioni rilasciate su Lungarno Torrigiani. Le agevolazioni sono concesse «dal giorno dell’evento fino al ripristino dello stato dei luoghi o altro provvedimento che permetta la fruizione dell’area interessata dall’evento stesso e comunque non oltre il 31 dicembre 2016».

«Si tratta di un segnale – ha affermato l’assessore al bilancio Lorenzo Perra – di attenzione e sensibilità per i fiorentini più colpiti dal crollo. Il nostro impegno è quello di avviare subito la ricostruzione e di contribuire a diminuire i disagi dei cittadini, che ringraziamo per la pazienza e la comprensione della difficile situazione».

NARDELLA – «Da oggi alla fine dei lavori verrò sul cantiere ogni giorno: e se non potrò farlo, io per motivi eccezionali, verrà il vicesindaco o un altro assessore». Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, al termine della giunta speciale convocata nei pressi del crollo di lungarno Torrigiani oggi a mezzogiorno. Alla riunione ha preso parte anche il viceministro delle infrastrutture Riccardo Nencini. Ai cronisti che gli chiedevano cosa pensasse delle parole dell”ex presidente di Publiacqua Erasmo D”Angelis, che oggi in un sopralluogo sul cantiere ha spiegato di essere «orgoglioso di essere stato presidente di Publiacqua» e di «aver restituito l”Arno ai cittadini», Nardella ha risposto con un secco: «Oggi non commento».

POMPIERI – I vigili del fuoco ispezionano oggi un canale artificiale per le acque chiare che corre parallelo all”Arno e che ha retto allo sprofondamento di lungarno Torrigiani. Il manufatto sotterraneo, largo circa tre metri e con un arco a volta, è già stato controllato dai pompieri con una ”passeggiata” interna di circa 60 metri due giorni fa risultando integro alla frana. Tuttavia, per escludere ogni dubbio relativo ad eventuali danneggiamenti oggi i vigili del fuoco hanno proceduto a un”ispezione esterna che non è agevole a causa del terreno infido, che impedisce ai tecnici di avanzare celermente. Il controllo serve a escludere danni, quindi il fatto che da qui siano derivate possibili perdite di acqua. Il canale non fa parte della rete dell”acqua potabile ma è un collettore di raccolta di acque piovane e di falda.

 

Tag:, , , ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.