Il corridore siciliano completa l'opera nella seconda tappa alpina

Giro d’Italia, a S. Anna di Vinadio uno straordinario Vincenzo Nibali conquista la maglia rosa. La tappa a Rein Taaramae

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa

GIRO: IMPRESA NIBALI, LE VITTORIE NEI GRANDI GIRI / SPECIALE

S. ANNA DI VINADIO – Nella ventesima tappa, che si è conclusa in salita al Santuario di S. Anna, dopo tre gran premi della montagna, Vincenzo Nibali completa la sua fantastica rimonta e detronizza Esteban Chavez, conquistando la maglia rosa. La tappa se l’aggiudica Rein Taaramae, ma questo oggi sembra quasi un dettaglio ininfluente. Vincenzo ha lanciato l’attacco decisivo a 12 km dal traguardo, sulla salita del Colle della Lombarda. Nella successiva discesa Nibali guadagna ancora e sale spedito verso la sommità dell’ultima asperità. In cima alla salita, al traguardo, l’abbraccio del campione siciliano con la famiglia dello sconfitto colombiano, che ha riconosciuto la superiorità del rivale. Domani l’ultima tappa con l’arrivo a Torino, una passeggiata trionfale per lo Squalo, lanciato verso il secondo successo nel Giro .

«Senza gioco di squadra non sarei riuscito in questa impresa». Vincenzo Nibali non nasconde l’emozione per il capolavoro messo a segno nella tappa alpina: maglia rosa e Giro conquistato. «Sono stati tutti grandiosi – dice il corridore siciliano – a Scarponi bisogna fare una statua. Una consapevolezza mi ha reso più forte: questo Giro non avevo né paura di perderlo né di vincerlo. Poi ad alta quota mi sono sentito bene, ho avito fiducia, ho accelerato a 5-6 km dalla vetta e sono andato a tutta fino all’arrivo».

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.