Interruzione del servizio tranviario della linea 1 tra le fermate ARCIPRESSI e BATONI

Firenze,tramvia: lavori al sottopasso Foggini, per tre mesi (13 giugno – 12 settembre) in funzione i bus navetta

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

t_20160530153404982FIRENZE  Inizieranno il 6 giugno i lavori di rifacimento di un muro di sostegno del sottopasso Foggini. Si tratta dell’intervento di messa in sicurezza del muro lato tramvia e comporterà l’interruzione del servizio tranviario della linea 1 tra le fermate ARCIPRESSI e BATONI dal 13 giugno al 12 settembre compresi con la riattivazione del servizio completo per la riapertura delle scuole, ovvero il 13 settembre.
La presentazione dell’intervento e delle modifiche del servizio tranviario e dell’Ataf è stata fatta dall’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, Jean Luc Laugaa Ad di Gest, Mirko Dormentoni presidente del Quartiere 4.
“Si tratta di un lavoro necessario e programmato – sottolinea l’assessore Giorgetti – che abbiamo deciso di effettuare in questo periodo perché le scuole sono chiuse e inoltre sono i mesi in cui si registra una riduzione significativa il numero degli utenti”. Le statistiche evidenziano, a fronte di una media mensile di 45mila passeggeri, un calo del 20% a luglio e del 40% ad agosto. “Dal 6 giugno inizieranno le opere propedeutiche, i lavori veri e propri prenderanno il via la settimana successiva – continua l’assessore –. Per effettuare l’intervento, oltre che per ragioni di sicurezza, è stato necessario interrompere il servizio tranviario: il cantiere andrà ad occupare il binario più vicino alla parete. Ovviamente controlleremo assiduamente i lavori perché rispettino i tempi”.
Su questo punto si sofferma anche il presidente Dormentoni: “Vigileremo quotidianamente l’andamento del cantiere di concerto con l’Amministrazione e l’assestamento della circolazione dopo l’avvio dei lavori in modo poter introdurre, se necessari, aggiustamenti in corso d’opera. Vista la riorganizzazione delle linee Ataf e anche grazie al servizio navetta, il trasporto pubblico rimane sempre una valida alternativa al mezzo privato e sono convinto che i cittadini del Quartiere continueranno ad utilizzarla”
L’Ad di Gest Laugaa da parte sua sottolinea la necessità di procedere ai lavori. “Questo intervento va fatto. Cercheremo di limitare i disagi degli utenti e anche per questo è stato programmato nel periodo estivo. Stiamo monitorando il muro del sottopasso dal 2012: sono stati installati 13 sensori per verificare in tempo reale la sicurezza e nell’ultimo periodo sono emersi alcuni spostamenti. È quindi necessario intervenire adesso, prima che entrino in servizio le linee tranviarie 2 e 3: non solo per la funzionalità della rete ma anche perché il deposito di tutti i convogli è a Villa Costanza e quindi la linea deve essere utilizzabile”.

L’INTERVENTO
L’intervento fa seguito alla chiusura, in via precauzionale, di una corsia di viale Talenti in ingresso città a lato del sottopasso della tramvia istituita il 5 febbraio. Una decisione arrivata a seguito della comunicazione di Gest che segnalava la necessità di un alleggerimento dei carichi sulla parete a fronte dei risultati delle rilevazioni eseguite periodicamente da tecnici incaricati dal gestore del sevizio tranviario. Allora fu sottolineato che si trattava di un provvedimento provvisorio, in attesa dell’intervento di ricostruzione della parete in programma per il periodo estivo. E adesso è arrivato il momento di dare il via ai lavori che dureranno tre mesi e andranno a interessare la parete del sottopasso Foggini sul lato del viale Talenti in direzione ingresso città.
Il progetto prevede la realizzazione di una nuova struttura in grado di sostenere i carichi che attualmente gravavano sul muro esistente e la costruzione di un nuovo sistema di drenaggio. In concreto sarà realizzata una paratia di micropali, con la demolizione della parte fuori terra del muro esistente; poi sarà costruita una parete contro la paratia di micropali e infine realizzato un nuovo sistema di drenaggio.
Il costo previsto per i lavori è di poco più di 850mila euro.
Già programmato anche il completamento dei lavori di ricostruzione della parete opposta (lato uscita città) dove transitano i veicoli diretti in via Etruria e che è già stata oggetto di un intervento di messa in sicurezza: i fondi necessari (420.000 euro) sono già stati stanziati e l’intervento prenderà il via entro l’anno.
COME CAMBIA IL SERVIZIO TRANVIARIO
Per consentire l’intervento il servizio della linea T1 sarà interrotto fra le fermate di ARCIPRESSI e BATONI con esercizio diviso in due tratti: da VILLA COSTANZA a ARCIPRESSI e da BATONI a ALAMANNI STAZIONE. Scatteranno quindi modifiche della rete del servizio su gomma per sostituire il tram nella tratta non servita, ovvero: la modifica temporanea delle linee 9,77 e 78; l’istituzione di una navetta per il servizio sostitutivo che colleghi le fermate di ARCIPRESSI-BATONI toccando le fermate intermedie di FEDERIGA e TALENTI.
COME CAMBIA IL SERVIZIO ATAF
Modifiche linee 9, 77 e 78
Allo stato attuale la linea 9 collega la fermata BATONI con la fermata FEDERIGA servendo via Torcicoda, via Modigliani, via dell’Argin Grosso e via Simone Martini. Per la linea 9 si prevede l’estensione fino alla fermata ARCIPRESSI. La funzione della linea 9 come adduzione alla tranvia, cambia radicalmente per gli utenti: infatti, chi deve raggiungere la zona centrale di Firenze dovrà salire sulla linea 9 in direzione di Batoni, mentre chi deve raggiungere Scandicci dovrà raggiungere la fermata tranviaria Arcipressi. Per qualche utente il percorso sul bus si potrà allungare, ma sarà comunque garantito l’arrivo alla tranvia nella direzione di interesse.
La linea 77 è una linea circolare destra strettamente connessa con la linea 78 circolare sinistra. Per la 77 si prevede di mantenere il capolinea in via del Cavallaccio nella zona della Casella e di modificarla per avvicinarla alle fermate tranviarie Batoni e Arcipressi. Si prevede il seguente instradamento da viale Canova: viale Talenti, Piazza Batoni, via del Palazzo dei Diavoli, via Antonio del Pollaiolo, piazza Piero della Francesca, viale Nenni, Via degli Arcipressi, Via del Pozzino, Via Cecco Bravo da dove si immette sul percorso attuale in Via Baccio da Montelupo. Chi sale sulla linea 77 dopo il capolinea della Casella viene quindi portato prima alla fermata Batoni (verso Firenze) e poi alla fermata Arcipressi (verso Scandicci).
Per la linea 78 si prevede di spostare il capolinea da via Foggini a via del Cavallaccio di fronte al capolinea della linea 77: partendo dal capolinea la linea 78 percorre via della Casella, via Baccio da Montelupo, viale Nenni per arrivare a toccare la fermata ARCIPRESSI. Da viale Nenni dopo l’inversione alla rotatoria in corrispondenza di Via degli Arcipressi, prosegue su viale Nenni, via Foggini, via Libero Andreotti, via Torcicoda, piazza dei Tigli , piazza Batoni (T1 BATONI) per poi continuare su viale Talenti e via Canova. Chi sale sulla linea 78 dopo il capolinea di via della Casella viene portato prima a ARCIPRESSI e poi a BATONI.
Non sono previste modifiche per le linee 44 e 72.
Il servizio navetta NT1
La modifica della rete del trasporto pubblico su gomma eÌ completata con l’istituzione del servizio sostitutivo tranvia ARCIPRESSI-BATONI con la navetta denominata NT1. Dal capolinea di viale Nenni, nei pressi della fermata tranviaria ARCIPRESSI, il servizio prosegue su via Foggini, viale Talenti dove eÌ situato il secondo capolinea nel tratto compreso fra via Franceschini e via Chimenti nei pressi della fermata tranviaria BATONI. Da questo capolinea riparte instradandosi su piazza Batoni, via del Palazzo dei Diavoli, via Antonio del Pollaiolo, via Fra’ Diamante, via dell’Olivuzzo, via di Scandicci, via degli Arcipressi fino a immettersi nel viale Nenni. Sono previste 325 corse al giorno con una frequenza media di 5 minuti.
La relazione Firenze-Scandicci, per i clienti della tranvia, eÌ garantita:
– In direzione SCANDICCI dal capolinea di Batoni, dove potranno utilizzare, alle fermata T1 BATONI 02, sia la navetta NT1 tranvia che la linea 77, con i quali arriveranno alla fermata del tram Arcipressi.
– In direzione FIRENZE, dalla fermata del tram Arcipressi, potranno utilizzare la navetta NT1 o la linea 78 che dalla fermata NENNI 02 raggiungono direttamente Piazza Batoni.
COME CAMBIA LA VIABILITA’
Per quanto riguarda la viabilità, i lavori comporteranno la chiusura al transito delle due corsie di viale Talenti lato ingesso città. I veicoli potranno utilizzare la corsia del controviale lato edifici e come viabilità alternativa di ingresso città via Pisana.
LA COMUNICAZIONE
Gest ha predisposto una campagna di comunicazione per avvisare gli utenti delle modifiche al servizio. Dall’inizio di giugno le informazioni saranno diffuse attraverso poster alle fermate con informazioni sintetiche ma complete (variazione del servizio, numero e fermate dei bus sostitutivi, rimandi al sito di GEST, social network e call center). Previsti anche flayer all’interno dei tram con le informazioni sintetiche sul cambiamento del servizio (indicazioni, info utili e mappe per arrivare ai bus sostitutivi). E ancora messaggi audio informativi a bordo e sulla banchina per avvertire del cambiamento del servizio cui sarà interamente dedicata anche la pagina sul sito GEST (info, mappe e orari).
Inoltre nella prima settimana ci saranno addetti alle fermate BATONI e ARCIPRESSI per indirizzare i passeggeri verso gli autobus sostitutivi e dare informazioni. Infine saranno utilizzati i social network (Facebook, Twitter, Telegram) oltre al call center per dare indicazioni, informazioni e avere un contatto diretto con i passeggeri.
La Scarl ATAF&Li-nea, che gestisce il trasporto pubblico su gomma, affiggerà delle locandine informative a tutte le fermate delle linee che saranno modificate (9, 77 e 78) e a tutte le fermate della navetta NT1 per informare delle modifiche di percorsi e capolinea. Tutti gli aggiornamenti saranno disponibili sul sito www.ataf.net, sui canali social (facebook e twitter) e telefonando al numero verde aziendale 800424500 (199104245 da cellulare)
L’Amministrazione comunale rilancerà la campagna informativa sui suoi canali istituzionali: dallo 055055 agli Urp, dalla rete civica al punto info sulla tramvia, dai canali social al circuito delle pubbliche affissioni

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.