Crescita e inflazione mostrano un lievissimo miglioramento

Economia: la Bce rivede al rialzo le stime sulla ripresa europea. Le valutazioni di Draghi

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

draghi

Il board della Bce ha lasciato il tasso principale al minimo storico dello 0%, quello sui depositi bancari a -0,40% e quello di rifinanziamento marginale a 0,25%. «I tassi di interesse resteranno sui livelli attuali o più bassi per un periodo prolungato e il programma di quantitative easing durerà almeno fino a marzo 2017», ha chiarito Draghi, o comunque fino a quando non ci sarà una correzione significativa dell’inflazione, che resta sempre un problema non solo per l’Italia, ma anche per l’Eurozona.

Crescita e inflazione mostrano però un lievissimo miglioramento, almeno per quest’anno, tanto che la Bce ha lasciato i tassi congelati e zero, confermato il piano di quantitative easing a 80 miliardi di euro mensili e annunciato la partenza a giugno dei nuovi interventi di aiuto all’economia.

Lo staff di economisti Bce ha rialzato la stima sul Pil 2016 portandola a 1,6% dal precedente 1,4% e quella sull’inflazione a +0,2% da +0,1%. Confermate le proiezioni per il 2017 con una crescita all’1,7% e un’inflazione all’1,3% mentre è stata limata a 1,7% da 1,8% precedente la previsione sul Pil per il 2018 con un inflazione vista all’1,6%.

La ripresa dell’Eurozona «procede gradualmente a ritmo moderato e potrebbe essere più lenta nel secondo trimestre dell’anno rispetto al trimestre precedente», ha avvertito Draghi aggiungendo che «i rischi restano orientati al ribasso» ma che c’è un miglior «bilanciamento» grazie alle misure di politica monetaria e agli stimoli varati.

Il nuovo round scatterà l’8 giugno quando partirà il piano di acquisti di corporate Bond con cui la Bce si prefigge di trasferire meglio i benefici delle politiche espansive all’economia reale. Il 22 giugno è fissata la “finestra” della nuova edizione di maxi-prestiti alle banche Tltro.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.