Lo slogan, noi siamo la storia, non cancellateci

Prato: flash mob dei dipendenti della banca popolare di Vicenza

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

Flash mob dipendenti Banco Popolare Vicenza

PRATO – Noi siamo la storia, non cancellateci. Circa cinquanta persone tra dipendenti ed ex dipendenti della Banca Popolare di Vicenza hanno partecipato con questo slogan ad un flash mob, questo pomeriggio, in piazza del Comune a Prato. Alcuni dei loro rappresentanti sindacali, nel frattempo sono stati ricevuti dal sindaco di Prato Matteo Biffoni. Sono circa novecento in Toscana i dipendenti della Popolare di Vicenza distribuiti in circa 80 sportelli acquisiti nel dicembre del 2010 in seguito all”atto di fusione per incorporazione di Cariprato S.p.a in Banca Popolare di Vicenza. Organizzazioni sindacali e dipendenti temono per il loro futuro messo in forse dalla situazione pesantissima della banca oggetto di indagini della magistratura, con un aumento di capitale appena fatto che ha praticamente azzerato il valore delle azioni, e che, prima in Italia, è stata salvata dal Fondo Atlante. Prato, scrivono i sindacati, «teme di far la fine delle cavie da laboratorio, anche a seguito di indiscrezioni su possibili spezzatini», da qui la mobilitazione e la richieste di incontri alle istituzioni.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.