Intervento normativo

Regione Toscana: Iva agevolata (10%) per chi dorme nei Marina Resort (le barche ormeggiate)

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
Porto_Ercole

Porto_Ercole

FIRENZE – La Regione si impegnerà affinché ai “Marina Resort” sia applicata un’aliquota Iva agevolata. Lo richiede infatti una mozione, che vede come primo firmatario Leonardo Marras, approvata dal Consiglio regionale con voto favorevole a maggioranza. La mozione impegna il Consiglio regionale ad effettuare, già entro il periodo della stagione estiva, un intervento normativo a livello regionale per dettare una specifica disciplina relativamente ai “Marina Resort” (le strutture organizzate per il pernottamento di turisti all’interno di barche ormeggiate) rendendo possibile a queste strutture di beneficiare dell’Iva agevolata al 10%; impegna inoltre la Giunta regionale “a porre la questione dei Marina Resort e di una loro definizione in sede di Conferenza Stato-Regioni affinché, in seguito alla sentenza della Corte Costituzionale 21/2016, si determini un quadro normativo chiaro, omogeneo e applicabile sull’intero territorio nazionale”.

Marras ha spiegato che alcune regioni, a seguito di una normativa nazionale poi impugnata davanti alla Corte Costituzionale, hanno già proceduto a recepire l’equiparazione tra “Marina Resort” e strutture ricettive all’aperto, come i camping. Secondo il consigliere “l’applicazione dell’Iva al 10% anziché al 22% rilancerebbe le imprese della filiera nautica dopo un periodo di grave crisi”. La Toscana è la regione italiana con la maggiore concentrazione di imprese della nautica (535 aziende di diporto). Claudio Borghi ha dichiarato voto favorevole, spiegando che l’incasso dovuto all’indotto in caso di abbassamento dell’aliquota sarebbe più alto dell’introito dovuto alla tassa; voto favorevole è stato annunciato anche da Irene Galletti.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.