I numeri dei compratori sono stati in crescita a +2,5%

Firenze: Pitti Uomo chiude e vince al 90esimo

di Betty Barsantini - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
IMG_1443-e1466191584953

Nel cuore della Mostra di Pitti Uomo

IMG_1427-300x300FIRENZE – La 90esima edizione di Pitti Immagine Uomo (Firenze, 14-17 giugno 2016) sta facendo registrare un’affluenza e feedback che parlano di un’altra edizione da record: si è respirata grande energia tra gli stand, si sono viste collezioni ricche di creatività e costruite con attenzione al mercato, e il programma di eventi speciali è stato definito straordinario e spettacolare, catalizzando l’attenzione di un pubblico di stampa e buyer internazionale di altissimo livello.

I numeri dei compratori sono stati in crescita a +2,5% rispetto all’edizione di giugno 2015, che era già stata da record, con aumenti tra i più consistenti delle ultime stagioni. A poche ore dalla chiusura i dati indicano che si dovrebbero raggiungere i 20.500 compratori totali, di cui circa 8.400 buyer esteri. Come già preannunciato ieri, il totale dei visitatori supera ampiamente le 30.000 presenze.

A trainare le presenze estere le performance molto positive di Regno Unito (+18%), Cina (+14), Germania (+5%), Belgio (+7%), molto bene anche Giappone (+4%) e Stati Uniti (+3%) la confortevole ripresa di Russia (+10%) dopo alcune stagioni di difficoltà, un “clamoroso” aumento di tutta l’Europa dell’est e dei paesi baltici, e ottimi risultati per Portogallo, Danimarca, Messico, Australia, Sud Africa, Singapore, Malesia e Taiwan.
Fanno registrare invece un calo sensibile i numeri della Francia, probabilmente legato all’ondata di scioperi in corso, alla cancellazione di numerosi voli aerei e agli Europei di calcio.
L’Italia continua il suo trend di recupero – compratori in crescita a +3% – con numeri di presenze che stanno gradualmente tornando sui livelli di qualche anno fa, e con i migliori negozi di moda uomo presenti a fare ricerca alla Fortezza da Basso.

La classifica dei mercati esteri vede sempre in testa la Germania, seguita da Giappone, Spagna, Regno Unito, Olanda, Cina, Francia, Turchia, Svizzera, Belgio e Stati Uniti.

“Pitti Uomo ha festeggiato 90 edizioni nel migliore dei modi – dice Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – un salone scoppiettante, con tante novità tra gli stand e nuovi progetti menswear lanciati sulla scena internazionale proprio dalla Fortezza da Basso. E con un programma di eventi ancor più speciale del solito, tra grandi nomi della moda, talenti emergenti e designer di assoluta ricerca.”

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.