Più sicuro il riconoscimento con dati biometrici

Banche: addio password, per i conti online adesso impronta digitale o dell’iride

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

Iride-730x430

NEW YORK – Usare una password per accedere al proprio conto bancario online è ormai obsoleto. La nuova frontiera per quanto riguarda la sicurezza dei propri risparmi su internet è infatti rappresentata dalle impronte digitali, dalle scansioni facciali e da altre tipologie di dati biometrici. Lo racconta il New York Times che fa notare come negli Stati Uniti, alcuni grossi istituti di credito come Bank of America, JPMorgan Chase e Wells Fargo, tramite le applicazioni per smartphone, permettano già oggi ai loro clienti di utilizzare le impronte digitali per accedere ai loro conti. Si tratta di un cambiamento introdotto negli ultimi mesi, che garantisce già a milioni di clienti il riconoscimento della propria identità tramite questo dato biometrico. Ma nel futuro prossimo la fascia di clienti capaci di utilizzare questo sistema è destinata a espandersi ulteriormente anche grazie al fatto che sempre più smartphone saranno dotati dei sensori per il riconoscimento dell’impronta digitale.

Come detto, ci sono altri modi per l’analisi dei dati biometrici online. I clienti di Wells Fargo, ad esempio, possono accedere ai loro conti ed effettuare le operazioni online, tramite la scansione della loro iride. Citigroup ha invece un sistema che consente a 800.000 loro clienti possessori di carte di credito di verificare i movimenti tramite riconoscimento vocale. Usaa, che invece fornisce servizi bancari e assicurativi a milioni di militari americani e alle loro famiglie, identifica i loro clienti tramite il contorno del viso.

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.