Investimento di 800.000 euro

Firenze, via Gioberti: Marciapiedi più larghi, isole pedonali, arredi urbani diversificati. Il progetto del comune

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

20160621170258198

FIRENZE – Marciapiedi più larghi, isole pedonali in corrispondenza degli incroci con pavimentazione in cemento artistico intarsiato, arredi urbani diversificati e ispirati alle botteghe. Ecco come diventerà via Gioberti. Il progetto definitivo della riqualificazione è stato approvato oggi dalla giunta comunale, su proposta dell’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti, e prevede un investimento di 800.000 euro.
“L’obiettivo è la valorizzazione della mobilità pedonale, con l’allargamento dei marciapiedi e la creazione di isole pedonali in corrispondenza degli incroci – sottolinea l’assessore – . La sosta sarà riorganizzata con un aumento di postazioni dedicate al carico/scarico merci anche per dare una risposta ad un’esigenza molto sentita visto il gran numero di attività commerciali. In aumento anche i posti per le biciclette”. Per quanto riguarda i tempi di esecuzione, l’assessore Giorgetti aggiunge che è in fase di completamento la progettazione esecutiva, a seguire la gara “in modo da essere pronti a partire con i lavori entro fine anno. Incontreremo le attività economiche per concordare l’avvio dei cantieri e l’articolazione dell’intervento in stralci funzionali in modo da ridurre i disagi”.
Tornando al progetto, la riqualificazione riguarda il tratto compreso fra piazza Beccaria e via Villari; l’ultimo tratto con il giardino di Villa Arrivabene rientra nel progetto complessivo che interesserà piazza Alberti.
La riqualificazione di via Gioberti non può prescindere dalla valorizzazione del suo legame urbanistico, architettonico e paesaggistico con piazza Beccaria e piazza Alberti. L’idea progettuale considera infatti le due piazze come i terminali dell’asse funzionale di via Gioberti lungo il quale gli incroci con le strade trasversali diventano i punti nodali del sistema di circolazione pedonale. Per questo i marciapiedi esistenti saranno ampliati; gli incroci considerati saranno opportunamente modificati per privilegiare i pedoni e impedire la sosta dei veicoli; saranno realizzati elementi di congiunzione dei lati della strada con isole pedonali poste in continuità con i due marciapiedi in modo da garantire ai pedoni un percorso più continuo ed una maggiore libertà di spostamento da una parte all’altra della strada.
Vista la vocazione commerciale di via Gioberti, il progetto si occupa anche degli spazi carrabili e di servizio alla residenza e al commercio. Sarà mantenuta l’attuale circolazione per i veicoli (ma con il limite di 30 chilometri all’ora) e in ogni tratto di strada compreso tra due incroci saranno collocati 13 posti di sosta riservata al carico/scarico merci, 6 posti sosta riservati ai mezzi per disabili, 70 portabiciclette, 114 posti per la sosta dei ciclomotori e 62 posti per le auto. I cassonetti dei rifiuti saranno eliminati e sostituiti da 3 stazioni interrate di raccolta dei rifiuti nelle aree limitrofe.
Molta attenzione sarà poi dedicata ai materiali utilizzati per i percorsi pedonali e agli elementi di arredo urbano (sedute, parapedonali, portabici). Nelle aree dedicate ai pedoni sarà realizzata una pavimentazione in cemento artistico intarsiata in corrispondenza degli incroci e nelle isole di congiunzione, dove saranno ricavati spazi di servizio ai pedoni arredati e protetti. Ed ogni spazio si caratterizzerà in modo diverso, in rapporto con i negozi e anche con la partecipazione dei cittadini e degli operatori del Centro Commerciale Naturale.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.