Avviate le procedure di estradizione e di consegna

Pisa: arrestato latitante albanese condannato per tentato omicidio

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

La denuncia della violenza fu fatta al posto di Polizia dell'ospedale Le ScottePISA – E’ stato rintracciato e arrestato un  latitante albanese condannato per sequestro di persona a scopo di estorsione, tentato omicidio e traffico di droga. Dopo una lunga indagine, coordinata dalla questura di Pisa con il commissariato di Pontedera, in collaborazione con il servizio per la cooperazione internazionale di polizia, è stato localizzato in Albania Dritan Bakalli, 44 anni, ricercato dal 2008.

L’uomo, fermato all’aeroporto di Rinas, si era rifugiato in Albania poiché ricercato in campo internazionale in quanto destinatario di
provvedimento di unificazione di pene concorrenti e ordine di esecuzione emesso il 4 giugno 2015 dalla Procura Generale presso la
Corte di Appello di Firenze per l’espiazione della pena di 27 anni e 5 mesi di reclusione. Le procedure di estradizione e di consegna
all’Italia del latitante sono già state avviate.

Nell’agosto del 2007 Dritan Bakalli, con due connazionali, già in carcere, sequestrò un albanese di 36 anni, sottoponendolo a ripetute
sevizie, per un regolamento di conti nell’ambito del traffico di droga. Quando il sequestrato riuscì a liberarsi, Bakalli tentò di ucciderlo a coltellate. Nel luglio del 2008 i tre albanesi accusati di sequestro di persona vennero identificati e due furono arrestati, mentre Bakalli riuscì a fuggire e a rendersi irreperibile.

Tag:,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.