Una messa officiata dal vescovo di Lucca

Viareggio: commemorata la strage del 29 giugno 2009

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

untitled1

VIAREGGIO  – Viareggio non dimentica la strage ferroviaria del 29 giugno 2009 che ha provocato 32 vittime: un corteo ha sfilato per le strade cittadine per manifestare la propria vicinanza ai familiari delle vittime, che ormai da sette anni attendono giustizia e verità per quello che è accaduto quella notte in via Ponchielli, quando è esplosa la cisterna di gpl lungo i binari della ferrovia della stazione.

Per la prima volta non è stato proclamato il lutto cittadino, ma è stata indetta una “Giornata della memoria”, iniziata nella mattinata con la Messa al cimitero della Misericordia con l’arcivescovo di Lucca, Italo Castellani, che si è unito al coro del “No alla prescrizione” per Viareggio. Nel pomeriggio in Comune il Comitato nazionale “Noi non dimentichiamo” ha organizzato un convegno al quale ha preso parte tra gli altri il magistrato Raffaele Guariniello. La sera infine il lungo corteo partito dalla Casina dei Ricordi, luogo simbolo vicino a via Ponchielli. Al passaggio del corteo saracinesche abbassate delle attività commerciali e bandiere a lutto. Nel piazzale di Largo Risorgimento è stato trasmesso il cortometraggio “Ovunque proteggi”. Sono seguiti gli interventi di Marco Piagentini, presidente dell”associazione “Il Mondo che vorrei” e di Daniela Rombi. Alle 23,48 ora dell”esplosione, lettura dei nomi delle 32 vittime, mentre i treni di passaggio nella stazione di Viareggio per tutta la giornata hanno fischiato per rispetto delle vittime.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.