La spiegazione di Alessia Bettini

Firenze, Cascine: l’albero caduto era minato da un fungo molto aggressivo. La spiegazione dell’Assessore

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

Albero cascine passeggino

FIRENZE – Dopo che è stata evitata per poco una seconda tragedia nel Parco delle Cascine, l’amministrazione comunale prova a dare una spiegazione dell’accaduto. Un fungo molto aggressivo, penetrato nella parte alta del fusto, che ha minato la stabilità della pianta determinandone il crollo. Sembra quindi l’attacco di un parassita, dopo i primi accertamenti, la causa che ha provocato la caduta di un tiglio alto 12 metri all’interno del parco delle Cascine, tra la fermata della tramvia e la piscina Pavoniere: «Stiamo verificando quando era stato controllato l’ultima volta – ha spiegato l’assessore all’ambiente Alessia Bettini – ma le ispezioni sul nostro patrimonio arboreo, costituito da quasi 80mila piante, delle quali 9mila al Parco delle Cascine, sono continue».
Le cosiddette ‘VTA’, le ‘Visual Tree Assessment’ o, genericamente, le analisi visuali degli alberi, eseguite nel 2014 sono state 21.230. Praticamente sono state raddoppiate: tra il 2012-2013 furono circa 13mila.
«È anche vero che anche il rafforzamento dei controlli non ci mette in totale sicurezza, siamo impotenti di fronte all’imponderabile – ha aggiunto – le Vta sono appunto ‘visive’ ma l’albero caduto oggi aveva un grave problema interno, nella parte alta del tronco: eppure sembrava avere un fusto apparentemente integro e una bella chioma».
Domani mattina i boscaioli del Comune rimuoveranno l’albero. L’amministrazione gestisce il patrimonio arboreo comunale fin dagli anni ’90 tramite le tecnologie digitali. In tutto questo periodo ha costruito una banca dati ricca di informazioni e che consente una visione anche storica dell’evoluzione del verde pubblico cittadino e delle alberature in particolare.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.