Il grado di copertura delle sofferenze al 31 marzo è pari al 78,9%

Nuova Banca Etruria: erogato un miliardo di finanziamenti a famiglie e imprese nel primo trimestre 2016

di Redazione - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

etruria

AREZZO – «Sono soddisfatto di quanto ottenuto in questi mesi e in questo difficile contesto e sono convinto del fatto che, nel momento in cui verranno meno i vincoli legati ai problemi reputazionali, all’incertezza dell’attuale prospettiva e soprattutto quando saranno arrivati i primi rimborsi, l’incremento di redditività sarà sostenibile e di valore». Lo ha detto Roberto Bertola, amministratore delegato di Nuova Banca Etruria durante la conferenza stampa di presentazione del resoconto intermedio di gestione al 31 marzo 2016.

I crediti verso la clientela si attestano alla fine del primo trimestre a circa 3,8 mld di euro in flessione del 3,6% rispetto a fine anno, flessione in gran parte riconducibile alle scadenze del comparto a medio-lungo termine, pur continuando anche a risentire della difficile ripresa del ciclo economico. Nonostante tale contesto, Nuova Banca Etruria ha ridato impulso ai finanziamenti messi a disposizione di famiglie ed imprese erogando e rinnovando 1 mld di euro nei primi tre mesi dell’anno. Al netto delle cessioni di due portafogli di sofferenze rispettivamente alla Bad Bank REV S.p.A, perfezionata nel mese di gennaio, e a Fonspa, perfezionata nel mese di maggio, il valore netto delle sofferenze è di 90 mln di euro. Il grado di copertura delle sofferenze al 31 marzo è pari al 78,9% e la loro incidenza sui crediti netti è del 3,57%. Grazie agli accantonamenti effettuati, il grado di copertura complessivo dei crediti deteriorati è pari al 52,8% al 31 marzo 2016. Al 31 marzo 2016 la raccolta diretta si attesta a 4,4 mld di euro, registrando una riduzione di circa 1 mld rispetto alla fine del 2015, correlata all”azzeramento del funding sui mercati collateralizzati (pari a 976,4 mln di euro al 31 dicembre 2015) per effetto della cessione degli attivi finanziari della Capogruppo. Si evidenzia una sostanziale tenuta della raccolta da clientela con una flessione dell”1,3% rispetto alla fine del 2015.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.