Lo ha rivelato l'autopsia

Dacca: i 9 italiani sono stati torturati prima di essere uccisi

di Redazione - - Cronaca, Primo piano, Top News

Stampa Stampa

original

ROMA – Non è stata una morte rapida quella dei nove italiani massacrati in un ristorante di Dacca, in Bangladesh, da un commando di fanatici islamici. L’autopsia, eseguita oggi al Policlinico Gemelli, ha stabilito che i terroristi, armati di machete, armi da sparo ed esplosivo, hanno infierito sugli ostaggi, mutilandoli in più parti del corpo e senza dare loro il colpo di grazia. Su alcune salme, i medici legali hanno rinvenuto anche segni di proiettile e tracce di esplosivo.

Le indagini – Proseguono intanto le indagini. Gli investigatori continuano con gli interrogatori dei familiari del commando. L’Isis avrebbe inoltre diffuso un nuovo video nel quale inneggia al sanguinoso attentato in Bangladesh e minaccia nuovi attacchi contro i “crociati” e le “nazioni crociate”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.