L'udienza ci sarà a settembre

Infermiera di Piombino: la procura di Livorno ricorre in Cassazione contro la scarcerazione

di Redazione - - Cronaca, Top News

Stampa Stampa

Infermiera arrestata lascia carcere di PisaLIVORNO – Il sostituto procuratore di Livorno, Massimo Mannucci, ha presentato ricorso per Cassazione contro la scarcerazione, decisa dal tribunale del riesame, di Fausta Bonino, l’infermiera piombinese accusata di avere provocato la morte di 13 pazienti nel reparto di anestesia e rianimazione dell”ospedale di Piombino somministrando dosi eccessive di eparina.

L’infermiera prima di essere liberata in conseguenza dell’annullamento della misura cautelare rimase in cella 21 giorni nel carcere Don Bosco di Pisa. L’udienza in Cassazione è stata fissata per settembre.”Sono basita – ha commentato il legale dell”infermiera, Cesarina Barghini – e sono anche indignata per la pervicacia ormai incomprensibile che l’autorità giudiziaria ha nei confronti della mia cliente. Comunque il ricorso non ci spaventa. Fausta Bonino è estranea a questa vicenda e ne uscirà a testa alta”. L’avvocato ricorda anche la ”battaglia” ingaggiata con l”Asl per far rientrare al lavoro Fausta Bonino: “Non ci arrendiamo neanche su questo fronte. Il provvedimento con il quale nell’ottobre scorso l’infermiera è stata trasferita con un ordine di servizio dal reparto di anestesia e rianimazione ad altro incarico è un provvedimento illegittimo, e lo abbiamo subito impugnato. L’udienza è fissata per l’autunno”.

 

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.