Qualificata come professione del costruttore e del manutentore del verde

Lavoro: boom dei giardinieri, + 50% in sei anni. L’indagine di Coldiretti

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

GartenarbeitenROMA – La crisi economica evidenzia alcune attività che non hanno risentito della particolare contingenza, anzi hanno visto crescere i loro addetti. Alla base di un boom del numero di giardinieri,  rivelato da un’analisi della Coldiretti, sta anche una più diffusa sensibilità per le attività di cura e manutenzione del paesaggio, tanto che in Italia si registra un aumento record del 51% delle iscrizioni alle Camere di Commercio in sei anni. Inoltre quest’attività, a seguito dell’approvazione definitiva di una norma specifica nell’ambito del collegato agricolo, è stata ormai riconosciuta ufficialmente e qualificata come professione del costruttore e del manutentore del verde.

È una svolta fondamentale anche per sconfiggere il lavoro nero e la concorrenza sleale in un settore dove la crescita della domanda, secondo quanto denuncia la Coldiretti, «ha favorito spesso le improvvisazioni, con danni irreparabili alle piante e ai giardini».  Ora per fare il giardiniere sarà necessaria una preparazione riconosciuta legalmente, secondo indicazioni che saranno fissate a livello regionale. Così il cittadino potrà capire chi si trova davanti, se sta affidando il suo spazio verde ad una persona preparata o se sta rischiando con qualcuno che non possiede una competenza adeguata.

Tag:, ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.