Raccoglimento in piazza San Lorenzo

Strage in Bangladesh: presidio dei musulmani a Firenze contro l’Isis. Con foto vittime italiane di Dacca

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

daccaFIRENZE- Una grande bandiera del Bangladesh con sopra un cartello con i volti delle vittime italiane nella strage di Dacca e la scritta ”Le nostre condoglianze”: è il simbolo del presidio di protesta contro l”Isis, organizzato oggi, 9 luglio, a Firenze, dalla comunità fiorentina del Bangladesh, in maggioranza musulmani, insieme al centro culturale Targioni Tozzetti. Circa 200 i manifestanti in piazza San Lorenzo. Durante il presidio è stato chiesto e rispettato un minuto di silenzio per ricordare le vittime. In segno di lutto, molti
manifestanti portano drappi neri con nastri rossi legati al braccio.

Presenti anche numerosi rappresentanti delle comunità islamiche, di varie associazioni antirazziste italiane, esponenti della sinistra, insieme all”Imam di Firenze e presidente Ucoii, Izzedin Elzir, all”assessore toscano alla presidenza, Vittorio Bugli, in rappresentanza della Regione e all”assessore fiorentino Sara Funaro per il Comune, le due istituzioni che hanno dato la loro adesione alla manifestazione. “L”Islam vuole la pace e prega per la pace nel mondo, l’Isis usa l’Islam ma sono degli sporchi assassini. Un vero musulmano non uccide se non c”è la guerra”, ha detto il presidente della comunità fiorentina del Bangladesh Rouf Abdur. Izzedin Elzir ha voluto ringraziare “tutta la comunità del Bangladesh e quella islamica, le istituzioni e chiunque è oggi in piazza per dire no
al terrorismo e sì alla costruzione di ponti di pace”. I manifestanti hanno gridato lo slogan ”pace, pace” e ”Contro l’Isis unità”. Numerosi anche i cartelli in arabo.

Tag:, , ,

Commenti (1)

  • roberto

    |

    Le osservazioni del Presidente ANPI Ubaldo Nannucci sono servite!

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.