Anche dopo il piano straordinario di reclutamento

#Labuonascuola: dopo un anno la riforma è fallita, lo afferma il sindacato Anief. Boom di supplenze annuali

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica, Primo piano

Stampa Stampa

Concorso-Scuola

ROMA – A un anno dal varo della legge 107 sulla Buona Scuola le ombre sono diventate problemi irrisolvibili: lo afferma l’Anief, secondo la quale il quadro attuale della scuola è caratterizzato da «norme inapplicabili, proteste a oltranza, bonus professionali e incentivi assegnati solo a una parte del personale, lavoratori messi uno contro l”altro, organi collegiali operanti nell”incertezza e comitati di valutazione lasciati al loro destino». Per non parlare, aggiunge l’Anief, del boom di supplenze annuali, anche dopo il piano straordinario di reclutamento, e di mancate stabilizzazioni, malgrado vi siano 80mila docenti abilitati che chiedono solo di essere inseriti nelle GaE e di essere immessi in ruolo.

L’organismo sindacale giudica poi «preoccupante lo stallo degli stipendi, sempre più divorati dall’inflazione, e privati pure dell’indennità che per legge avrebbe dovuto tenere il passo. Intanto, tutto il personale Ata continua ed essere dimenticato, compresi i Dsga. E il concorso per dirigenti ancora rimandato. Chi vive la scuola tutti i giorni ha trascorso un anno in perenne disagio – afferma il presidente di Anief e segretario confederale Cisal, Marcello Pacifico -. In questi mesi abbiamo girato tantissime scuole, riscontrando discriminazioni, sia nell’assegnazione del bonus da 500 euro, sia per le nomine tra personale docente e Ata, da GaE e graduatoria d’Istituto. Come enormi restano gli interrogativi sull’organico potenziato impazzito, sulle tante deleghe ancora in alto mare, sui posti su sostegno bloccati, sulle migliaia di scuole senza dirigenti e Dsga, sui tanti precari mortificati, sull”avvio della chiamata diretta. »

Tag:, , , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.