Anche un carro funebre e una bara per prtotesta contro il Capo del Corpo

Vallombrosa, Corpo forestale dello Stato: contestazione dei sindacati alla festa del patrono

di Paolo Padoin - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

sapaf

VALLOMBROSA – Momenti di tensione stamane all’Abbazia di Vallombrosa durante le celebrazioni del patrono del Corpo forestale dello Stato, San Giovanni Gualberto. Prima della cerimonia ufficiale, che ha visto la presenza del capo dei forestali, Cesare Patrone, si è svolto un vivace sit-in dei sindacati di categoria Sapaf, Ugl Cfs, Cgil Cfs e Dirfor che contestano da tempo il piano di soppressione e militarizzazione del Corpo, previsto dalla riforma Madia. Patrone è stato contestato. Alla protesta si è aggiunta la presenza di un carro funebre e di una bara per sottolineare, riferiscono fonti sindacali, “la fine di un glorioso Corpo di polizia che oggi come non mai è in prima linea contro i reati ambientali e le agromafie”.

I carabinieri preposti al servizio di ordine pubblico, sempre secondo quanto riferito dai sindacati, hanno impedito che il carro funebre si avvicinasse troppo al luogo della cerimonia, giudicando “inopportuna” questa forma di protesta. I forestali, in ogni caso, al passaggio dell”autovettura blindata che portava Cesare Patrone alla cerimonia hanno scandito slogan e fischi contro il capo del Corpo che si è poi allontanato protetto dalle forze dell’ordine. Durante la cerimonia non si sono poi verificati altri momenti di tensione, ma il sit-in – con una cinquantina di forestali – si è trasformato in un presidio permanente ed è continuato per tutta la mattinata. Alla protesta ha preso parte una cinquantina di forestali. “Ne avremmo potuti portare molti molti di più – ha spiegato Roberto Iezzi – ma l”autorizzazione della questura ha limitato la presenza a questo numero”.

Tag:, ,

Paolo Padoin

Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
paolo.padoin@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.