Il racconto del protagonista al vaglio degli inquirenti

Lido di Camaiore: 46enne spinto in mare su un pattino di salvataggio. Salvato dalla Capitaneria di porto

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
La Capitaneria di porto di Viareggio

La Capitaneria di porto di Viareggio

LIDO DI CAMAIORE – Un racconto a tinte gialle. Un uomo di 46 anni di Camaiore, ma residente a Pistoia, sarebbe stato costretto a salire su un pattino di salvataggio e poi spinto verso il largo da alcuni giovani. Questo il racconto – attualmente al vaglio dei soccorritori – è stato fatto dal protagonista agli uomini della Capitaneria di porto che l’hanno recuperato in mare, a bordo del pattino, a circa un chilometro dalla spiaggia della Versilia. L’allarme era stato dato poco prima dai gestori del bagno Ariston di Lido di Camaiore che hanno denunciato la scomparsa di uno dei due mezzi di salvataggio. Poco dopo è arrivata la segnalazione da parte di un diportista che aveva visto un pattino alla deriva con una persona a bordo.

Nella zona è intervenuto il gommone della capitaneria che ha recuperato il pattino. L’uomo, descritto dall’aspetto trascurato e trasandato, si dice addirittura senza fissa dimora, ma abbastanza lucido, ha riferito la sua versione spiegando di non essere riuscito a rientrare. Portato a riva è stato consegnato a un’ambulanza del 118 che lo ha trasferito al pronto soccorso per accertamenti. Il pattino, con l’ausilio dei bagnini del bagno Ariston, è stato rimorchiato a riva dalla capitaneria.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.