Un affettuoso saluto alla squadra e alla città

Calcio Pisa: Rino Gattuso si è dimesso per i gravi problemi societari

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa

gatt1

PISA – Rino Gattuso non è più l’allenatore del Pisa. L’ex campione del mondo ha reso noto di aver presentato, insieme con il suo staff, le sue “dimissioni irrevocabili” dall’incarico di tecnico della squadra toscana, neopromossa in Serie B. Alla base della decisione “gravi, costanti e inaccettabili problemi societari, che impediscono una corretta e seria condizione lavorativa”.

La decisione di Gattuso di lasciare la panchina giunge “in seguito ai nuovi, gravi, costanti e inaccettabili problemi societari, che impediscono una corretta e seria condizione lavorativa”. Per l’ex calciatore del Milan è “una scelta molto dolorosa” specie dopo “l’esaltante esperienza della promozione in serie B, ma assolutamente necessaria, per senso di responsabilità innanzitutto nei confronti dei calciatori stessi. Sono infatti venute meno le condizioni minime per svolgere un lavoro che porto avanti con passione e senza mai anteporre l’interesse personale a quello del gruppo. So bene che le difficoltà fanno parte del mestiere e ritengo di avere dimostrato – già durante la scorsa stagione, caratterizzata da non pochi intoppi- che gli ostacoli non mi fanno mai paura. Ma qui si è ampiamente passato il segno”.   “Ho appena comunicato la decisione alla squadra, la cui reazione mi ha emozionato, rafforzando nel contempo la mia convinzione di non avere alternative” afferma l’ormai ex tecnico del Pisa. “Problemi nuovi e quotidiani hanno continuato ad assommarsi. Ora le ambiguità all’interno del club e nella sua gestione hanno decisamente oltrepassato il limite. Avevo sperato che la situazione si potesse superare attraverso il lavoro sul campo e la dedizione. Ho purtroppo dovuto constatare che la mia era un’illusione”. Per Gattuso “l’attuale condizione del club non offre alcuna prospettiva. Far finta di niente sarebbe irresponsabile, soprattutto nei confronti della città e dei tifosi, che non lo meritano. Ho dunque giudicato doveroso prendere le distanze da una gestione che non appare in grado di garantire al club non solo un futuro, ma anche un presente senza incognite extra sportive”. Infine un saluto alla città: “serberò sempre un ricordo magnifico di questa esperienza, la più esaltante della mia ancora breve carriera da allenatore e tra le più belle in assoluto della mia ultraventennale vita nel calcio”.

 

Tag:, , ,

Commenti (1)

  • Pierluigi

    |

    Condivido la scelta di Gattuso, al quale va tutta la mia solidarietà.
    Di mele marce, nel calcio, ce ne sono anche troppe.
    O forse anche in altre attività?

    Rispondi

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.