Vogliono conoscere i nomi delle imprese inadempienti

Monte Paschi, salvataggio: le Associazioni dei consumatori pretendono chiarezza

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa

tuscan-branch-banca-monte-dei-paschi-di-siena-spa

ROMA –  «Ribadiamo con decisione la nostra contrarietà a forme di intervento poco chiare e trasparenti per risolvere le problematiche di Mps». Così in una nota Federconsumatori e Adusbef, confermando di ritenere inaccettabile che partecipino al fondo Atlante2 le risorse di Cdp e delle casse previdenziali dei professionisti.   «L’unica condizione perché vi sia un aiuto che provenga dai cittadini e dallo Stato è che la banca divenga pubblica dichiarano i presidenti delle due associazioni Rosario Trefiletti ed Elio Lannutti – inoltre ci uniamo all’appello lanciato dal Governatore della Toscana Enrico Rossi per conoscere i nomi di chi ha ottenuto crediti facili senza restituirli, portando la banca nella condizione in cui si trova oggi. Non si tratta né di famiglie, né di artigiani, ma di grandi imprese. A questo punto bisogna fare chiarezza su dinamiche e responsabilità. È ora di voltare pagina e porre fine a favori e privilegi, le cui spese ricadono sempre sui cittadini». Ma non sarà certo un esecutivo che si regge sull’appoggio della grande impresa e della finanza che si deciderà a far chiarezza su questa delicata questione, che investe il partito egemone di governo centrale e locale.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.