Preoccupazione delle autorità

Nube di fumo in Lunigiana: il sindaco di Bolano vieta l’uso di acqua, frutta e ortaggi

di Redazione - - Cronaca, Economia, Top News

Stampa Stampa

Vigili del fuoco incendio Barberino del MugelloLA SPEZIA – La colonna di fumo che si è sviluppata dopo l’incendio nell’azienda Costa Mauro. Il sindaco di Bolano, Alberto Battilani, ha emesso un”ordinanza con cui viene l’uso di acqua di sorgente e il consumo di ortaggi e frutta in un raggio di 300 metri dall”azienda di trattamento di rifiuti ”Costa Mauro” dove ieri si è sviluppato un incendio. L’azienda è nel comune toscano di Albiano Magra (Massa Carrara) che confina con Bolano. L’ordinanza è stata presa in via cautelativa dal sindaco per mettere al riparo i cittadini dai fumi e dalle ceneri dell’incendio che possono essere ricadute nel territorio di Bolano. L”ordinanza resterà in vigore fino a quando i controlli dell’Agenzia regionale per l”ambiente della Liguria daranno esito negativo.

Anche il Comune di Santo Stefano Magra sta disponendo accertamenti per verificare se emanare un’ordinanza simile a quella di Bolano. In pochi anni sono già stati tre gli incendi alla ”Costa Mauro”. L”azienda è dell”imprenditore spezzino Mauro Costa che nel 2007 denunciò di aver ricevuto richieste estorsive: l’uomo denunciò l’episodio e permise l’arresto di un gruppo di malviventi. Negli anni scorsi, invece, è stato condannato per corruzione per aver regalato un orologio Cartier a un funzionario dell”Ambiente della provincia apuana.

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.