Le ragioni del professore

Banche, salvataggi: L’ex premier Monti replica alle accuse di Renzi. La cui brillante idea avrebbe portato lo Stato a scatafascio

di Camillo Cipriani - - Cronaca, Economia, Politica

Stampa Stampa

MILANO – L’ex presidente del Consiglio Mario Monti in una lettera al Corriere respinge nettamente le critiche del premier Matteo Renzi ai suoi predecessori per quanto attiene le possibili misure a sostegno del sistema bancario. Secondo il professore bocconiano, a parte Mps, per il quale il governo intervenne, il sistema bancario italiano nel 2011-13 non presentava particolari problemi e non domandava aiuti.

“Renzi – afferma Monti – accusa i suoi predecessori di non avere aiutato il sistema bancario quando si poteva farlo addossando tutto il costo del salvataggio allo Stato (bail-out), regime sostituito nell’autunno 2013 dal bail-in, con l’accordo di tutti i governi (non più il mio, per l’Italia) ed entrato completamente in vigore solo all’inizio del 2016, senza che in Italia si sia fatto molto per preparare il sistema e i risparmiatori a questa novità” (esplicita frecciata al rottamatore).

“Capisco che Renzi guardi al bail-out con nostalgia, perché il costo degli infortuni o delle malefatte delle banche veniva messo a carico dello Stato, che non vota, mentre i cittadini, che votano, venivano salvaguardati”. A parte il fatto che il sistema bancario in quegli anni non chiedeva aiuti , il senatore a vita osserva che “se l’avessimo sostenuto con fondi dello Stato, avremmo aggravato la già precaria situazione dello Stato medesimo, con il probabile default. In tal modo, per risolvere un problema non esistente, ne avremmo creato uno gigantesco. Essendo gli attivi delle banche largamente investiti in titoli di Stato, con la geniale idea oggi sbandierata da Renzi avremmo travolto sia lo Stato sia le banche”.

Per carità di patria il Senatore a vita si ferma qui, non volendo continuare la polemica, ma si capisce che non approva assolutamente la politica del boy scout fiorentino che, oltre a scaricare, come d’abitudine, le colpe sugli altri, con i vari salvataggi di banche vicine al suo partito e al suo entourage rischia di ridurre sul lastrico migliaia di risparmiatori .

 

Tag:, , ,

Camillo Cipriani

Camillo Cipriani

redazione@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.