Il tifo e lo sconforto del premier Matteo Renzi

Olimpiadi rio 2016: ciclismo, delusione per Nibali. Era in testa, caduto a 11 km dal traguardo.

di Redazione - - Cronaca, Sport

Stampa Stampa

nibali

RIO DE JANEIRO – Caduta per Vincenzo Nibali a 11 chilometri dall’arrivo della prova di ciclismo delle Olimpiadi di Rio: il ciclista azzurro era in fuga con altri due corridori, quando in curva è scivolato rimanendo a terra. Con lui c’era in testa alla corsa il colombiano Henao, anche lui caduto, e il polacco Rafal Majika, che è poi arrivato terzo dietro il belga Greg Van Avermaet, medaglia d’oro e il danese Jakob Fuglsang, medaglia d’argento.

“Che peccato per Vincenzo”. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, racconta la sua delusione per la caduta di Vincenzo Nibali nel finale della prova il linea di ciclismo ai Giochi di Rio. Il premier, dopo aver seguito con trepidazione le fasi conclusive della gara si è informato sulle condizioni del corridore siciliano, confessando il dispiacere per una medaglia sfumata negli ultimi chilometri: “Dispiace – ha aggiunto dal lungomare di Copacabana – so che ha sbattuto la spalla, speriamo non sia nulla”.  Certo che la presenza e il tifo del premier non hanno portato fortuna al corridore siciliano.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.