L'accusa: danneggiamento, articolo 635 del codice penale

Firenze, Loggia dei Lanzi: bambino olandese graffia la statua di Patroclo e Menelao. Segnalato alla procura dei minori

di Sandro Bennucci - - Cronaca

Stampa Stampa
Loggia dei Lanzi

Loggia dei Lanzi

FIRENZE – Tante generazioni di bambini e ragazzi di Firenze hanno giocato, per decenni, sotto la Loggia dei Lanzi. Ma c’era rispetto per quelle statue che spesso servivano per nascondersi. Oggi non è più così: il basamento della statua di Patroclo e Menelao è stato graffiato con un sasso da un bambino olandese di 9 anni in vacanza. Colto sul fatto da uno dei sorveglianti dell’area, è stato bloccato dai vigili urbani con i suoi genitori e poi segnalato alla procura per i minori. Il fatto è avvenuto nella serata di ieri, domenica 7 agosto, verso le 19,30: una guardia giurata ha notato il ragazzino che con un piccolo sasso segnava il basamento della statua. È intervenuta una pattuglia della Polizia municipale e il bambino e i suoi genitori sono stati accompagnati a Palazzo Vecchio, dove gli agenti hanno proceduto alla loro identificazione.

Il bambino, sentito anche il pubblico ministero della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni, è stato segnalato per danneggiamento (articolo 635 del codice penale): dei genitori, che, come spiega una nota, sono civilmente responsabili dell”eventuale danno, sono stati raccolti i dati. Il danneggiamento consiste in alcuni graffi di lieve entità dei quali sono stati effettuati rilievi fotografici. Anche del sasso è stato effettuato rilievo fotografico.

Tag:, ,

Sandro Bennucci

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
sandro.bennucci@firenzepost.it

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.