Sarà comunque tutelata la privacy

calcio, Roma: lotta al tifo violento, all’Olimpico installati gli scanner facciali. Per riconoscere meglio i tifosi

di Redazione - - Cronaca, Economia, Sport

Stampa Stampa

roma

ROMA – Stretta sicurezza all’ Olimpico. Il Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica riunito dal prefetto di Roma, Paola Basilone, non solo ha stabilito che le barriere resteranno al loro posto (esclusa qualsiasi retromarcia in tal senso), ma ha introdotto alcune importanti novità per «consentire lo svolgimento in piena sicurezza della stagione calcistica 2016-2017».

La principale riguarda i cosiddetti «scanner biometrici». In realtà non si tratta di una vera e propria novità. I tornelli d’ingresso sono già dotati di telecamere che riprendono tutti coloro che entrano allo stadio. D’ora in poi, però, verranno attrezzate con un software per il riconoscimento biometrico. Il tifoso passerà come sempre ma la telecamera rileverà alcune caratteristiche come la distanza fra gli occhi o la distribuzione sul viso di bocca, occhi e naso. I dati verranno trattenuti per l’intera gara. In caso di scontri le immagini girate all’interno dell’Olimpico verranno immediatamente confrontate con questi database. E questo consentirà alle forze dell’ordine di identificare in tempi celeri i responsabili.

Gli scanner facciali sono una vecchia idea che è tornata d’attualità. Infatti nel 2013, parlando del nuovo stadio della Roma, il presidente James Pallotta disse chiaramente che sarebbero state introdotte «tecnologie come il riconoscimento facciale che permetteranno di riconoscere i personaggi cattivi e di non farli entrare».

Se il sistema funzionerà molti altri prefetti, altre società dovranno ricorrere a queste nuove tecnologie per combattere la violenza negli stadi.

Tag:, , ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.