Le intervista di Juventus-Fiorentina

Paulo Sousa: «Juve fortissima, noi miglioreremo. Borja resta? Non è cosa che mi preoccupa»

di Ernesto Giusti - - Sport

Stampa Stampa
L'allenatore viola Paulo Sousa

L’allenatore viola Paulo Sousa

TORINO – «Ci abbiamo creduto, vogliamo essere imprevedibili. Juve fortissima». Paulo Sousa non risponde alle critiche già cominciano ad agitare l’ambiente viola. Soprattutto non parla di Fiorentina rinunciataria nel primo tempo.  Allontana invece le supposizioni sulla cessione di  Borja Valero. E dice che contro il Chievo giocherà. «Borja ha fatto di tutto per essere disponibile, anche con terapia invasiva. Ma  ha detto di non essere pronto. Domenica ci sarà. Chiesa ci sta aiutando da inizio stagione e ha fatto bene.  Borja resta? Non è una cosa che mi preoccupa, è un giocatore nostro, a livello fisico domenica sarà pronto per giocare. È un giocatore importante, continuerò a lavorare con lui in settimana. La Juve è una squadra fortissima, con giocatori di grande qualità che possono fare la differenza. Regalo dal mercato per noi? Sono stato molto chiaro con la società, io penso a lavorare con i giocatori che ho. Al resto ci pensa la società, per far sì che le decisioni prese siano le migliori per la Fiorentina».

Non è stato l’inizio che in cuor suo sperava. E ora? Sousa riflette un attimo, poi aggiunge:  «La nostra è una squadra con giocatori molto speciali, vogliamo essere una squadra non normale ma diversa, anche dall’anno scorso. E i giocatori vogliono fare questo, anche oggi venendo a giocare qui contro una squadra fortissima. Noi abbiamo continuato a crederci fino alla fine. Chiesa? È sempre stato disponibile, ha qualità e mentalità. Ha meritato questo esordio e durante la stagione avrà la possibilità di mettersi in mostra. Rossi si è messo sempre a disposizione, ha grande capacità, e insieme agli altri può aiutarci. Per il resto vedremo. Io ho fiducia perché la squadra  non si arrende. Gli errori, come quello di Tatarusanu? Pesano, certo. Ma miglioreremo, ne sono sicuro».

 

Tag:, ,

Ernesto Giusti

Ernesto Giusti

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.