La solidarietà dei commercianti

Terremoto: da Confesercenti Toscana (con 30mila imprese) aiuto concreto alle popolazioni colpite. L’appello di Nico Gronchi

di Redazione - - Cronaca, Economia

Stampa Stampa
La sede di Confesercenti a Firenze

La sede di Confesercenti a Firenze

FIRENZE – Confesercenti Toscana esprime solidarietà nei confronti della popolazione colpita dal sisma e invierà, a circa 30.000 imprese della regione, la richiesta di aderire alle iniziativa di solidarietà lanciate a livello nazionale; in queste situazione è fondamentale il lavoro di squadra per fornire solidarietà e sostegno economico e morale a coloro che nel sisma hanno perduto ciò che avevano di più caro.

«Cominciamo a muovere subito la macchina degli aiuti per fare la nostra parte. – afferma Nico Gronchi Presidente Confesercenti Toscana – Abbiamo aiutato Genova e la Liguria, abbiamo aiutato
l”Emilia e Massa Carrara nei momenti difficili; lo faremo, anche adesso, con le zone colpite da questo ennesimo sfogo della natura. Complimenti alle istituzioni Toscane che si sono mosse
immediatamente per fornire il loro aiuto. Ci attiveremo fin da subito per far sentire la nostra concreta vicinanza ai cittadini e alle attività economiche colpite dal terremoto».  A livello nazionale, Confesercenti, sul modello di quanto già fatto in precedenza in occasione del terremoto in Emilia, delle alluvioni in Toscana e Liguria, si attiverà concretamente (attraverso Fondi ad hoc, cene di solidarietà) per aiutare e sostenere i cittadini e le imprese colpite dal devastante sisma. Verrà lanciata, inoltre, a livello nazionale un”iniziativa dedicata ad Amatrice che coinvolgerà i ristoratori.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.