Ammodernata la flotta del trasporto regionale

Trasporto locale: alla Toscana 8milioni e 755.000 euro per l’acquisto di 85 nuovi autobus

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

bus-extraurbanoFIRENZE – Ripartite fra le Regioni le risorse statali per il rinnovo degli autobus destinati al Tpl. Alla Toscana sono stati assegnati 8 milioni e 755 mila euro che serviranno per confinanziare l’acquisto, da parte dei gestori del servizio, di 85 nuovi autobus che andranno ad aggiungersi agli oltre 300 già entrati in servizio nell’ultimo biennio.

Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha comunicato, ai primi di agosto, la registrazione del decreto interministeriale contenente il riparto delle risorse per rinnovare i parchi autobus destinati ai servizi di Tpl regionali e interregionali. Il decreto prevede il cofinanziamento da parte dei beneficiari delle risorse per acquistare i bus: la quota regionale ammonta al 55% della spesa effettivamente sostenuta e riconosciuta, il restante 45% è carico dei beneficiari. La somma complessiva che la Toscana investirà per la sostituzione dei vecchi automezzi si aggira perciò sui 17 milioni di euro.

Beneficiari dei contributi saranno le aziende di trasporto titolari di contratti di servizio/obblighi di servizio con gli enti istituzionali concessionari dei servizi di Tpl e gli enti locali che esercitano servizi di Tpl in economia o affidati a operatori locali con disponibilità del veicolo in comodato. I nuovi autobus dovranno essere di nuova fabbricazione, utilizzati esclusivamente per i soli servizi di Tpl ed avere le seguenti caratteristiche: più recente classe di emissione di gas di scarico o assenza di emissioni; dotazione di dispositivi di conteggio dei passeggeri in salita e discesa; predisposizione per il rilevamento della posizione durante la corsa; predisposizione per la validazione elettronica a bordo dei titoli di viaggio; accessibilità per persone a ridotta capacità motoria e/o sensoriale. Per ogni autobus nuovo che entrerà in servizio dovrà essere rottamato un analogo mezzo con maggiore vetustà esistente nel parco bus, prioritariamente euro 0 e in subordine euro 1 e euro 2.

“Stiamo già lavorando per predisporre il bando che metterà le risorse a disposizione delle aziende gestrici – commenta l’assessore a infrastrutture e trasporti Vincenzo Ceccarelli – a conferma dell’impegno costante per dare ai cittadini toscani un trasporto pubblico sempre più qualificato e in linea con le aspettative. Tutto questo in attesa degli investimenti che dovrà fare il vincitore della gara unica regionale, grazie ai quali potremo completare il rinnovo del parco mezzi circolante, ponendo la Toscana al livello delle più avanzate regioni europee”.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.