Segnalavano la perdita di un'imprecisata sostanza dalle tubazioni

Livorno: falsi tecnici dell’acquedotto derubano coppia di 80enni. Bottino di 250.000 euro

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa

Carabinieri Gazzella 112

LIVORNO – Maxi-truffa a una coppia di ottantenni: con la scusa di un probabile pericolo proveniente dalle condutture dell”acqua, i due sono stati derubati di 250.000 euro in denaro contante, gioielli e titoli postali.

Sull’episodio, avvenuto il 25 agosto a Collesalvetti (Livorno), indagano i carabinieri. Secondo quanto ricostruito due falsi addetti dell’acquedotto sono andati a casa della coppia parlando di una perdita di un’imprecisata sostanza dalle tubazioni tale da danneggiare preziosi e denaro. E per esser più credibili i banditi hanno invitato i due, 82 anni lui e 81 lei, a annusare l’acqua del rubinetto spruzzando prima, però, di nascosto uno spray maleodorante. Di fronte alla loro preoccupazione i truffatori hanno invitato la coppia a mettere al sicuro gioielli e denaro, dalla cassaforte al frigorifero. I coniugi hanno accettato e hanno sistemato nel freezer 15.000 euro in contanti, gioielli e oro per circa 10.000 euro e oltre 200.000 euro in buoni postali. Con una scusa uno dei banditi ha chiamato gli anziani in bagno per una verifica e così il complice ha preso la refurtiva e sono scappati in auto con un ”palo” che li aspettava fuori.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.